Adriana Volpe su Giancarlo Magalli: ”Ha provocato dolore a me e alla mia famiglia”

Per una volta il suo nome ha riempito le cronache non per il successo di uno dei programmi da lei condotti, ma per lo strascico di una vicenda giudiziaria che la vedeva contrapposta a un altro personaggio dello spettacolo.

Adriana Volpe ha accettato di parlarne con il nostro giornale, insieme a quelli che sono i suoi programmi per il nuovo anno e l’esperienza da opinionista al Grande Fratello Vip. Adriana, c’è un recente fatto di cronaca che ti vede protagonista e in merito al quale vorremmo conoscere la tua opinione. Giancarlo Magalli è stato definitivamente condannato dal Tribunale di Milano per diffamazione aggravata nei tuoi confronti e sarà costretto a risarcire i danni.

Sui suoi profili social ha però minimizzato l accaduto sminuendo i fatti, cosa ne pensi? «Penso che ancora una volta ha scritto un post per screditarmi e questa volta ha denigrato anche il lavoro del Tribunale e dei Giudici. È triste che un personaggio del suo calibro si nasconda dietro ad un dito invece di cercare di porre rimedio ad insulti, attacchi e gravi allusioni che mi hanno offeso per anni e che hanno provocato dolore a me e alla mia famiglia».

Quindi sottovalutava la possibilità che tu saresti andata fino in fondo? «Secondo me aveva la piena certezza che tutto sarebbe finito prima o poi a “Tarallucci e vino” e che le denunce nei suoi confronti sarebbero state archiviate».

E invece il Tribunale ha condannato l’accaduto con una sentenza esemplare. Come hai reagito in aula quando hai appreso la notizia della condanna di Magalli? «Ho pianto ed è stato un pianto liberatorio. E poi mi sarei aspettata che al termine del processo, Giancarlo si fosse avvicinato a me chiedendomi scusa. Per anni ha infangato, sia la mia credibilità professionale, sia la mia dignità di donna e di madre e pare proprio non essersi reso conto della gravità delle sue azioni. Purtroppo ancora una volta il suo comportamento mi ha ferito e deluso».

Ci sono stati dei momenti in cui hai pensato di “gettare la spugna” ritirando la denuncia? «E’ stata durissima! In alcuni casi ho pensato di mollare tutto perché mi sembrava di pedalare a vuoto e che non si arrivasse mai alla fine. Sono stati mesi, anni duri, soprattutto quando in Rai sono stata allontanata dal programma. Mi sentivo umiliata, screditata, sopraffatta. Ho sofferto anche quando è stato allontanato Marcello Cirillo perché aveva espresso solidarietà nei miei confronti. Insomma, ero diventata un personaggio scomodo che andava contro corrente. Se sono arrivata fino in fondo lo devo anche ai numerosi followers che mi hanno dato la spinta necessaria per non mollare. Alcuni di loro mi hanno addirittura inviato materiale riguardante Magalli che mi è stato utile per il processo».

Parliamo ora del GF Vip: come valuti la tua esperienza di opinionista? «Entusiasmante! Ho preso finalmente coscienza del mio ruolo e cammino a testa alta. Esprimo ciò che penso nei confronti di tutti in maniera diretta e senza timore. Mi sento privilegiata di far parte dell’edizione più lunga della storia del GFVIP, finiremo il 14 marzo e quindi mi aspetta ancora un cammino impegnativo e stimolante».

Progetti per il duemilaventidue? «In Mediaset mi sono sentita accolta e valorizzata e spero di realizzare un sogno, quello di poter condurre un programma che mi rispecchi in valori ed etica».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.