Alex Zanardi come sta? Il campione ricomincia a parlare, tanta emozione

alex zanardi

Alex Zanardi il campione sta meglio e finalmente ha ricominciato a parlare. Sono trascorsi ormai 7 mesi dal terribile incidente in cui è rimasto coinvolto e adesso finalmente sono arrivate delle novità molto importanti. Il campione avrebbe ripreso a parlare e la notizia sembra sia stata diffusa dalla dottoressa Federica Alemanno, neuropsicologa dell’ospedale San Raffaele di Milano. Ma come sta davvero Zanardi?

Alex Zanardi il campione sta meglio

Tutto è cominciato lo scorso 19 giugno quando l’ex pilota di Formula 1 è rimasto purtroppo vittima di un terribile incidente mentre si trovava a bordo della sua handbike. Il campione stava partecipando ad una staffetta nella Val d’Orcia quando improvvisamente ha perso il controllo del veicolo e è andato a schiantarsi contro un camion che andava in direzione opposta.

L’incidente, gli interventi ed i ricoveri in vari ospedali

Subito dopo l’incidente, Zanardi è stato ricoverato all’ospedale Le Scotte di Siena e dopo diverse settimane trasferito in una clinica di Lecco, specializzata proprio nella riabilitazione, la famosa Villa Beretta. Dopo 3 giorni dal ricovero, i medici hanno disposto il trasferimento presso l’ospedale San Raffaele di Milano dove Zanardi è rimasto fino al 21 novembre. In seguito a questa data poi è stato disposto il trasferimento presso l’ospedale di Padova. I fan in tutte queste settimane si sono chiesti quali fossero effettivamente le condizioni di salute dell’ex pilota. Soltanto adesso è arrivata una splendida notizia.

Il campione torna a parlare

Come abbiamo già avuto modo di anticipare, l’ex pilota di Formula 1 sembra ha ripreso a parlare . Sta proseguendo così la riabilitazione di Alex Zanardi ed a raccontare questi miglioramenti è stata la dottoressa Federica Alemanno una neuropsicologa dell’ospedale San Raffaele di Milano. “È STATA UNA GRANDE EMOZIONE QUANDO HA INIZIATO A COMUNICARE, NESSUNO CI CREDEVA. LUI C’ERA! E HA COMUNICATO CON LA SUA FAMIGLIA”.

Questo quanto raccontato dal medico che è specializzato in awake surgery. E’ questa una tecnica che in Italia viene praticata soltanto in pochi centri, perchè molto particolare. Questa chirurgia ha uno scopo ben preciso ovvero migliorare la qualità di vita del paziente sottoposto precedentemente ad una operazione chirurgica.” TENENDOGLI LA MANO GIORNO PER GIORNO SONO RIMASTA SORPRESA DALLA SUA CAPACITÀ DI RECUPERO”, ha aggiunto la dottoressa. Insomma, la riabilitazione sembra stia procedendo nel migliore dei modi e finalmente arrivano delle bellissime notizie. Le condizioni di salute di Alex hanno tenuto tutti con il fiato sospeso in questi mesi.

Condividilo!

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi richiesti sono contrassegnati *