Alvaro Vitali, la malattia senza cura e la preoccupazione per le condizioni economiche

Conosciamo tutti Alvaro Vitali per essere un noto attore italiano e soprattutto famoso per aver interpretato il noto personaggio di Pierino. La sua carriera è stata sicuramente ricca di grandi successi e piene di riconoscimenti con l’apice raggiunto negli anni 70-80. Grazie alla sua simpatia e alla sua ironia, con i suoi film ha fatto ridere davvero tanti in tutti questi anni.

Alvaro Vitali, il suo più grande successo negli anni 70-80

Ha iniziato a fare cinema quando era ancora molto giovane ed esattamente all’età di 19 anni, prendendo parte ad un film di Federico Fellini intitolato Satyricon. Da quel momento, poi è iniziata la sua carriera ed è diventato protagonista di diverse commedie sexy, anche di alcuni sketch comici che hanno letteralmente spopolato negli anni 80. Oltre ad aver interpretato Pierino, Alvaro Vitali è stato anche protagonista in altri film come Gian Burrasca ed ancora Gigi il bullo e Paulo Roberto cotechino centravanti di sfondamento. Via via però poi Alvaro Vitali è stato lontano dalla televisione e dal mondo dello spettacolo. Poi in qualche apparizione televisiva, sembra che lo stesso abbia confessato di aver avuto diversi problemi negli anni 90, nel trovare degli ingaggi.

Le preoccupazioni di Alvaro per le sue condizioni economiche

Avrebbe così cercato di trovare un posto nel mondo della televisione passando da alcuni reality come La fattoria e Striscia la notizia, senza però trovare il giusto posto. Non tutti sanno che Alvaro Vitali è stato anche però piuttosto male e oggi all’età di 70 anni pare che non abbia proprio proprio voglia e forza di rimettersi in gioco. “Per quanto riguarda la mia carriera di attore, mi pare evidente che il cinema mi abbia lasciato solo”, questo quanto dichiarato dal 70enne. Quest’ultimo avrebbe anche rivelato di guadagnare dalla propria pensione soltanto mille euro al mese.

Le precarie condizioni di salute di Alvaro

In molti casi le produzioni dei film che ho girato non mi hanno pagato i contributi. Magari si lavorava per un mese, ma versavano solo per 10 giorni. Quando sono andato in pensione ho trovato molto meno di quello che pensavo mi spettasse”. Queste ancora le sue parole. A preoccupare l’attore però non sono soltanto delle problematiche economiche, ma sembrerebbe che abbia anche qualche problema di salute che lo stia mettendo giù da parecchi anni. Si tratta di un’asma bronchiale acuta che gli ha causato diversi affanni nel respiro soprattutto nell’ultimo periodo.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *