Can Yaman, dopo il rifiuto della Leotta di accompagnarlo in Turchia, è sparito

Più appassionante di una telenovela, più misterioso di un libro giallo. Il legame tra la giornalista sportiva Diletta Leotta e l’attore turco Can Yaman tiene tutti con il fiato sospeso. Già, perché su quella che era stata giustamente definita la coppia del 2021 – entrambi sono belli, ricchi, famosi – tira ora una forte aria di crisi. Lui è sparito da Instagram e lei si è tolta l’anello di fidanzamento da 40 mila euro ricevuto in dono a San Valentino.

Se le loro strade si siano separate per sempre o soltanto per un po’ è presto per dirlo, certo è che a oggi la distanza tra i due appare piuttosto marcata, forse incolmabile. Facciamo un piccolo riassunto delle puntate precedenti per capire come si sia arrivati a questa rottura. Yaman e la Leotta si frequentano da ottobre, ma ufficializzano la relazione a febbraio, quando l’attore, per primo, pubblica sui social una foto che lo ritrae a un poligono di tiro con il volto di Dazn.

Poi tocca a lei postare un’immagine con Can a un maneggio (Diletta ha regalato al suo uomo un cavallo bianco). Infine, per la festa degli innamorati, la coppia condivide la stessa istantanea: un tenero saluto alla maniera degli eschimesi al tramonto. I fan vanno in delirio: li vedono già all’altare. E ad alimentare le loro speranze spunta la storia del brillocco, che effettivamente la giornalista sfoggia a bordo campo e nel promo del suo programma radiofonico, 105 Take Away.

E un prezioso anello con diamanti taglio a baguette, che Can ha consegnato all’amata in occasione della proposta di matrimonio (e le nozze erano previste per il 16 agosto, giorno in cui Diletta compirà trentanni). Lui quindi vola a Catania, città d’origine della Leotta, per lo scambio delle promesse. Qui conosce i parenti di lei. Mamma Ofelia benedice l’unione e i paparazzi la sorprendono anche a Roma a passeggio insieme alla figlia e al genero.

E nella capitale che i fidanzati vogliono metter su casa, Diletta è pronta a lasciare Milano. Can è già uno di famiglia, che ama sfidare a braccio di ferro il chirurgo Mirko Manola, fratello della giornalista. L’ultima foto condivisa dalla coppia è a Pasqua: cioccolato e sorrisi.

Fino a due settimane fa tutto bene, poi il puzzle dell’amore inizia a perdere pezzi. Le nozze vengono rinviate. Diletta, che aveva sempre manifestato un certo scetticismo verso il grande passo, non perché non fosse innamorata ma perché lo riteneva prematuro, avrebbe convinto la sua dolce metà ad aspettare. E lui la accontenta. Un nuovo colpo di scena, però, non tarda ad arrivare. Ya-man vuole tornare qualche giorno in Turchia e chiede alla fidanzata di seguirlo.

Lei rifiuta. Can, che aveva espresso il desiderio di presentarle i suoi cari e gli amici più stretti, a quel punto sarebbe andato su tutte le furie. Ecco spiegato il motivo della crisi. Lui parte comunque e sparisce, disattivando il proprio account Instagram. Lei si fa immortalare con le amiche, a casa, durante una “pizzata”. Semplice voglia di chiacchiere o bisogno di essere confortata? Il tempo darà una risposta. Chi è vicino alla Leotta spiega che per lei Can sarebbe troppo geloso e possessivo. Caratteristiche che mal si conciliano con la lanciatissima carriera di Diletta, a breve anche tra i protagonisti del reality Celebrify Hunted 2 su Prime Video. Le malelingue, che mai avevano creduto all’autenticità di questa liaison, esultano: il bluff è finito.

Yaman, che ha un contratto con la società di produzione Lux Vide per la fiction Sandokan, dove impugnerà la sciabola che fu di Kabir Bedi, rientrerà presto in Italia. Accanto a lui, come Lady Marianna, dovrebbe esserci fattrice spagnola Bianca Suarez. L’inizio delle riprese è previsto in estate, quando vedremo Yaman anche su Canale 5 nella serie Mr. Wrong, dove sarà un aitante ristoratore con la nomea, neanche a dirlo, di sciupafemmine. L’unica finora a tenerlo sul filo del rasoio è Diletta. Chissà se lui la spunterà, se in amore vince davvero chi fugge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *