Intrattenimento

Davide Devenuto chi è il marito di Serena Rossi? età, lavoro, vita privata e figli

Talentuosi e innamorati: Serena Rossi e Davide Devenuto sono tra le coppie più solide del mondo della recitazione in Italia. I due, rispettivamente classe 1985 e 1972, si sono conosciuti sul set di Un Posto al Sole, la soap che li ha visti vestire i panni di due personaggi entrati nel cuore del pubblico, ossia Carmen Catalano e Andrea Pergolesi. Serena Rossi è una delle più note protagoniste del cinema e della televisione italiana.

Attrice di successo, ora protagonista della fiction “Mina Settembre”, in cui compare anche il suo compagno nonché futuro marito nel ruolo di Paolo, marito di Irene, una delle migliori amiche della bella assistente sociale. Davide Devenuto è un attore romano, divenuto noto soprattutto grazie al ruolo di Andrea Pergolesi che ha interpretato per anni nella soap opera di Rai- Tre, sin dal lontano 2003 fino all’inizio del 2020, quando ha poi deciso di abbandonare il ruolo che gli ha dato la popolarità. Oltre all’impegno a “Un posto al sole”, ha recitato in fiction come “L’ispettore Coliandro”, “Ho sposato uno sbirro”, “Rex”, “Rosy Abate 2 – La serie” e “Rocco Schiavone”.

Nel 2018 ha partecipato come concorrente a Celebrity MasterChef Italia, dimostrando di avere un certo talento culinario. La passione per lo stesso lavoro ha unito solidamente i due attori, ma la scintilla non è scoccata subito. La 35enne napoletana e l’attore romano hanno infatti iniziato a frequentarsi dopo l’addio della Rossi al set di Un Posto al Sole. Come rivelato dall’interprete stessa, è stata lei a fare il primo passo, autoinvitandosi a casa di Devenuto.

Quattro mesi dopo, i due vivevano assieme. Da un’amicizia è nato un amore che in breve tempo ha trovato la sua strada. La loro unione dura da 12 anni e ha già portato i primi frutti: nel 2016 i due sono diventati genitori del piccolo Diego. Ma, come è stato rivelato anche dall’attrice, il rapporto con Davide Devenuto non è stato poi così semplice. I due, infatti, si sono lasciati parecchie volte, finché non hanno capito di amarsi tanto da non poter stare separati. La proposta di matrimonio è arrivata già due anni fa, dunque il prossimo e inevitabile passo sarà quello verso il sì.

Canzone Segreta esplora sentimenti ed emozioni dei suoi ospiti. Si tratta di una materia delicata, c’è un limite oltre il quale non si può andare? «Dietro a questo programma c’è un team fantastico che lavora sodo e con grande delicatezza. Non andremo mai oltre. Vedrete ciò che non vi aspettate».

In che modo si approccia ai suoi ospiti, che spesso sono suoi colleghi? «Molti sono amici, a volte dimentico di essere in studio, ci parlo come se fossimo al bar a prendere un caffè insieme. Sarò molto me stessa e loro saranno se stessi».

Qual è l’emozione più forte che ha provato nella prima puntata e perché? «Già in fase di riunione con gli autori, mentre mi raccontavano ciò che sarebbe successo, mi sono commossa. Durante le prove, poi, mi siedo su quella sedia e, pur vedendo raccontata una storia che non è la mia, provo un’emozione molto forte. La cosa che mi tocca di più è quando vedo i contributi delle persone che per prime hanno creduto nelle capacità dei miei ospiti, contribuendo così al loro successo».

Se dovesse essere lei a sedersi su quella sedia, quale vorrebbe che fosse la sua sorpresa? «Ho un po’ paura di quella sedia! Forse la cosa che potrebbe farmi crollare ed emozionare è qualcosa legato alla mia vita familiare e personale più che alla carriera».

Quale personaggio l’ha emozionata di più? «Mi ha incuriosito e divertito molto far emozionare Carlo Conti perché lui ha sempre il controllo di tutto, è sempre padrone di casa, mentre stavolta non ha potuto controllare niente. Mi è piaciuto metterlo affettuosamente in difficoltà».

Si sente un po’ Raffaella Carrà in Carramba che sorpresa? «Magari! Però Canzone Segreta non è Carramba. La musica è un pretesto per emozionarsi e la vera protagonista del programma è Programma è proprio l’emozione”. Considerando la sua passione per la musica e, le piacerebbe fare il giudice di un talent? “una cosa una cosa essere appassionati e cantare, un’altra è sederci su una poltrona e giudicare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *