La storia di Emanuele Sabatino chi è? Età, Lavoro, Suicidio, Moglie e Figli


Controcopertina è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Una bruttissima tragedia ha colpito la famiglia ed i numerosissimi fan che seguivano il famoso meccanico di youtube. Purtroppo Emanuele Sabatino si ucciso nella sua officina dove con fatica è riuscito a ritirarsi su da una brutta vicende economica.

Uno degli YouTuber italiani più conosciuti dagli utilizzatori della piattaforma è deceduto a soli 45 anni, come fa sapere anche Fanpage. La notizia è stata resa nota tramite un comunicato diffuso sui social da sua moglie e dalla sua famiglia, oltre che dai suoi colleghi meccanici.

A raccontarla era stato lui stesso in un’intervista rilasciata non molto tempo fa al Corriere della Sera: “Ho iniziato a riparare auto all’età di 21 anni. Poi avevo aperto un’officina a Melegnano in cui preparavo auto sportive. Ma una serie di circostanze non si sono incastrate e, complice la crisi, il castello di carta è crollato” aveva infatti detto Ema Motorsport raccontando il declino della sua prima attività messa in piedi. Ma non gli andò meglio nemmeno con la seconda iniziativa: un negozio di bici da corsa ed elettriche che è stato costretto a chiudere dopo esser rimasto vittima di un furto.

Secondo le prime indagini sembra che l’uomo si sia suicidato, il youtuber aveva caricato il suo ultimo video sul suo canale, c’erano oltre 270.000 iscritti. Esattamente due giorni fa Ema Motorsport aveva caricato un video dal titolo “Idrogeno, lavaggio iniettori e lavaggio olio motore in un colpo solo”.

Chi era Sabatino

Dopo il fallimento della sua officina, Sabatino è stato capace di reinventare la sua vita professionale, condividendo su YouTube dei video in cui spiegava il funzionamento delle auto e le riparazioni che eseguiva su svariate auto. Con questa ricetta vincente è riuscito a conquistare la fiducia di tantissimi follower sui social e ad approdare in televisione, con un programma tutto suo, “In officina con Ema”, e in veste di giudice in due stagioni di “Cortesie per l’auto”.

L’annuncio della morte è stato dato dai familiari e dagli amici:

“Esprimiamo il nostro profondo cordoglio per la prematura scomparsa di Ema, collega e amico prezioso per tutti noi. La sua storia e le sue iniziative lo hanno portato a diventare un riferimento nel web amato e stimato da milioni di persone. Ciononostante, il successo non lo ha cambiato: Ema è sempre rimasto un uomo dal cuore grande, un amico prezioso che si è preso cura di tutti noi senza pretendere nulla in cambio”, si legge in un post pubblicato sulla pagina “Ema Motorsport”. 

Ema lascia una moglie e tre figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.