Fratelli costretti a fare figli tra loro, una bimba confessa: scoperta la fattoria dell’incesto

Una bambina confessa a una sua compagna di classe che la sorella è incinta di uno dei loro fratelli e viene scoperchiato un vero e proprio vaso di Pandora. Le autorità hanno scoperto quella che è stata definita la fattoria dell’incesto dove diversi fratelli si accoppiavano tra loro mettendo al mondo altre creature.

Il padre dei ragazzi è stato ritenuto responsabile degli abusi. Il patriarca perverso della famiglia Tim Colt gestiva una fattoria di “incesto” nell’entroterra australiano. L’uomo ha violentato tre delle sue figlie mettendole incinta e lasciando che le ragazze facessero sesso con i loro fratelli generando altri bambini. Per anni le vicende della famiglia sono rimaste all’oscuro di tutti, fino a quando una delle bambine ha raccontato a una sua compagna di scuola che la sorella era incinta di uno dei loro fratelli.

Nel giugno del 2012 è stata avviata un’indagine e gli assistenti sociali e la polizia sono stati inviati alla fattoria. Nella fattoria vivevano 38 persone, tutti strettamente imparentati tra loro, costretti a dormire e mangiare in piccole stanze e in condizioni igieniche al limite. Nel corso del processo è emerso che i fratelli avevano fatto sesso tra loro, uno dei figli di Cold è stato accusato di stupro ai danni di una nipote che era anche sua sorellastra perché figlia dello stesso padre. Una storia di incesti e di disagio sociale terribile.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *