Luigi Berlusconi e Federica Fumagalli, forzate rinunce a stare vicini per via del Covid

Tra pochi giorni il piccolo Emanuele compirà un mese di vita e finalmente il papà, Luigi Berlusconi, e la mamma, Federica Fumagalli, potranno portarlo a conoscere il nonno Silvio, che con lui ha raggiunto quota 13 nipoti (e tra poco arriverà a 14 con il quinto figlio di Barbara) in Sardegna, a Villa Certosa. In attesa di quel momento, che sarà una grande emozione per tutti, dopo un anno di forzate rinunce a stare vicini per via del Covid (che ha colpito sia l’ex premier sia il suo ultimogenito), Luigi gode ogni istante della sua nuova vita da papà, in una Milano mai così deserta a metà agosto. Una condizione ideale per chi, come lui e la moglie Federica (sposata lo scorso 7 ottobre), ha bisogno di adattarsi con tranquillità ai ritmi rivoluzionari di un neonato. E, così, eccolo uscire di casa alle 10 di sera non per raggiungere gli amici a un dopocena, ma per una passeggiata al fresco con Emanuele, che si addormenta sereno nel passeggino, mentre papà lo porta a fare il giro del quartiere per dare un po’ di tregua alla mamma. Poi, camminando, padre e figlio si ritrovano in via Rovani, e si fermano sotto la casa dove un tempo hanno abitato Berlusconi e Veronica Lario e che Luigi sta ristrutturando proprio per andarci a vivere con la sua famiglia: «Guarda Emanuelino, qui cresceremo insieme».


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *