Manuel Bortuzzo chi è? Età, fidanzata, dove vive e con chi, GFVip

Vorrei suscitare delle riflessioni e lanciare un messaggio alle persone che mi guarderanno, ma anche infrangere dei tabù sulla disabilità. Tra le due non temo nessuna, non perché mi senta superiore, ma per il semplice fatto che sono sempre pronto ad affrontare le sfide e le critiche nel modo giusto.

Credo che mi troverò bene con tutti. Poi, certo, nella Casa possono accadere tante cose. Resta il fatto che il mio pensiero è che ognuno di noi possa dare qualcosa agli altri. Da parte mia, quindi, troveranno la massima volontà di conoscere.

Età: 22 anni. Professione: «Atleta». Famoso per: «Aver trasformato una tragedia in un’opportunità». Situazione sentimentale: «Single». Dove vive e con chi: «A Roma con mio padre». Perché partecipa al “GF Vip”? «Per scoprire i tabù sulla disabilità e farmi conoscere».

Cosa scopriremo di lei nella Casa? «La sensibilità, l’attenzione ai dettagli e il mio lato divertente». L’abitudine che più le mancherà? «Suonare il pianoforte». Cosa vorrebbe portare se potesse? «Il mio pianoforte». Il disagio che più la spaventa? «I pregiudizi». Cosa farà per gli altri? «Tutto quello che serve». E per stare bene lei? «Mi confronterò con gli altri». Un suo pregio e un suo difetto. «Sono buono. A volte penso più agli altri che a me stesso». Cosa la fa arrabbiare? «Un po’ la superficialità». Cosa la mette di buonumore? «La buona musica». Cosa spera che accadrà una j volta finito il programma? «Spero di continuare a piacere alle persone».

Rinascere è il libro in cui Manuel Bortuzzo racconta la sua storia: come 1’esistenza di un giovanissimo nuotatore sia cambiata per sempre, a causa di una sparatoria avvenuta a Roma vicino a un pub che lo ha lasciato paralizzato. Ma questo è il passato. Per il 22enne Manuel il presente si chiama Grande fratello Vip: la trasmissione per cui lui stesso si è candidato molti mesi fa. Per mostrare a tutti cosa sia davvero la disabilità.

Lo stesso Manuel ha raccontato come è nata l’idea: «Ne ho parlato a pranzo un giorno con mio padre e l’ho un po’ buttata lì. La forza del Grande fratello Vip è proporre i personaggi nella loro quotidianità. Questo implica pregi e difetti, limiti e risorse».

E allora già dallo scorso gennaio ha fatto sapere di essere pronto: «Lancio la provocazione, vediamo se qualcuno la raccoglierà». E Alfonso Signorini, che è stato anche al fianco di Bortuzzo in passato a presentare il libro autobiografico Rinascere, ha risposto sì. Vuole condividere il coraggio e la gioia di vivere di questo ragazzo con il pubblico.

Manuel porterà nella Casa la sua “rinascita”. «La gente non sa come avvicinarsi alla disabilità. C’è un imbarazzo che noi percepiamo al volo», ha detto lui. «Entrare al Grande fratello Vip potrebbe essere un modo per far capire cos’è davvero la disabilità. Cosa vuol dire alzarsi, vestirsi, fare le cose minime. Insomma, un modo per rompere un muro che è ancora troppo alto. Nelle relazioni quotidiane le persone non sanno davvero come trattare con noi. Talvolta hanno difficoltà ad avvicinarci, a entrare in contatto fisico con noi». Di sicuro, con la sua forza straordinaria, sarà uno dei protagonisti indimenticabili di questa edizione del reality.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *