Mara Venier sbotta: «Ma perché mi devi rompere i coglioni? Perché??»

Mara Venier sente molto il tempo che passa ma questo non le impedisce di essere sempre vivace e battagliera, con tanta energia e tanta voglia di esprimersi. Alla sua tredicesima edizione di “Domenica In” (e con questa ha raggiunto il record di Pippo Baudo), la bionda presentatrice settantunenne sembra decisa, dopo tanti successi, a ritirarsi a vita privata, anche se è difficile darle credito: «Lo ripeto e ne sono convinta.

Dopo questa smetto. È troppo faticoso. È un programma che non riesco a rifiutare… – ha detto lei a “Oggi” – ma sono davvero tanto stanca. Il pubblico mi conosce, quello che dovevo dimostrare l’ho dimostrato… ma sento il bisogno di pensare a me, di dedicarmi del tempo, di avere più cura di me».

La decisione è nell’aria già da un po’ e quindi non ha niente a che vedere con il recente incidente occorso alla Venier, che dopo essere rovinosamente caduta durante una pausa proprio di “Domenica In”, si è vista costretta ad affidare la condizione, per qualche minuto, all’ospite Pierpaolo Pretelli.

Il fatto è che alcuni avvenimenti hanno fatto molto riflettere la spumeggiante presentatrice (compresa la sua grande amicizia con il compianto Fabrizio Frizzi) e l’hanno resa più fatalista: «Da allora vivo con la sensazione che da un momento all’altro può finire tutto. – ha dichiarato al “Corriere della Sera” – In realtà non dimentico che ci sono stati momenti in cui davvero tutto è finito, non era una versione fantasiosa…

Ho avuto tante vite e diverse, ma sono sempre stata una donna libera: nelle scelte uso poca testa e tanto cuore. Resto una hippie che vive d’istinto». Anche se, come ha ammesso, «la normalità è la sua cifra» perché «ho la consapevolezza che proprio questa mia insicurezza mi abbia resa quella che sono. Io sono una donna qualunque, faccio la spesa, pulisco, cucino, vado in trattoria. Resto Mara di Mestre, la ragazzetta che abitava nelle case dei ferrovieri».

La stanchezza è fisica ma anche emotiva perché Mara non riesce ad essere fredda nelle sue emozioni e infatti la padrona di casa del pomeriggio domenicale della Rai continua ad essere molto istintiva e diretta: «Se uno mi provoca inutilmente lo mando aff***», ha detto senza troppi giri di parole. Si riferisce anche ai suoi comportamenti sui social dove è capitato che rispondesse per le rime ai suoi critici con frasi come «Carissima, purtroppo mi vedo costretta a mandarti affanculo! », oppure «Ma perché mi devi rompere i coglioni? Perché??».

Si riferiva a due follower che l’avevano criticata per il fatto di portare ancora i capelli così lunghi alla sua età e di avere qualche chiletto in più: «Non sopporto più la fissa del “sei vecchia”, “sei grassa”, “hai i capelli lunghi”. – ha ammesso a “La Stampa“ – Io onestamente non ho tanti odiatori, ma a un certo punto diventa tutto sgradevole e sa perché? Perché sono donne non troppo giovani a scrivere queste cose. Io non sto bene da tre mesi, ho un nervo lesionato, sto prendendo farmaci, ho passato con mio marito un’estate in salita.

Posto una foto con un bel tramonto e con lui accanto, mi sentivo felice e scrivo che ci facciamo un mojito, ed ecco che arriva il commento “tagliati i capelli perché sei vecchia”. Mi ha fatto male, ma solo un attimo, poi mi sono detta, che vuoi?». E ancora: «Una addirittura mi ha scritto: “Ma come, con la paresi che hai avuto bevi?”. A parte che non ho avuto nessuna paresi ma la lesione di un nervo facciale, ma scherziamo? Addirittura si tira in ballo la salute per attaccare una persona? Io pensavo che con la pandemia saremmo diventati più buoni, più generosi con gli altri. Mi sbagliavo. C’è tanta cattiveria in giro».

Non dimentichiamo, comunque, che anche in rete alla Venier i sostenitori non mancano e di complimenti, nonostante qualche hater, gliene arrivano sempre tantissimi. E se il suo rapporto con il pubblico va a gonfie vele, la zia Mara se la cava molto bene anche con la vita privata dato che il suo rapporto con il marito Nicola Carraro è stabilissimo e felice: «Lui è il pilastro della mia vita, l’amore per sempre, quello che ti completa perché sai che in qualsiasi momento io ci sono e tu ci sei. Il nostro legame è solido e ogni anno che passa si fortifica», ha spiegato al “Corriere della Sera”.

Non è un caso che, insieme al suo compagno, Mara abbia trascorso bene anche il difficile periodo del lockdown per pandemia: «Poteva essere durissima. Invece siamo stati bene, forse è stato il più bel periodo della nostra vita insieme», ha confermato lo stesso Carraro a “Novella 2000“. «Abbiamo parlato, riso, pianto, ci siamo sostenuti.

Lei aveva molta paura, per me: io ho due stent, un enfisema, pericoloso con il Covid, ha tremato, per me, tanto. Poi allo Spallanzani mi hanno fatto il vaccino, speriamo che sia finita. Dopo quell’esperienza Mara e io siamo ancora più uniti e ci divertiamo ancora di più».

È probabilmente lui che ha aiutato la presentatrice ad essere sempre più forte e pronta a respingere ogni attacco, anche riguardo il suo aspetto estetico: «Non mi sono mai sentita bella e mai ci ho puntato. Anzi, sono molto insicura », ha detto Mara. Ma quello che conta per lei è il lavoro e l’affetto dei suoi tanti ammiratori, che l’aiutano ad infischiarsene delle critiche in rete: «Quando ho compiuto settant’anni, io, che come carattere non mi sono mai tenuta tanto dentro, ho detto ora basta, non devo rendere conto a nessuno di niente. – ha dichiarato – Sono orgogliosa delle mie rughe, sono contro la chirurgia plastica e mai mi farei la boccona o un lifting, anche per paura.

Chiaro, io sono una donna corazzata, ma tutti questi insulti possono ferire e portare anche a reazioni molto serie. Per cui bisognerebbe che ci fosse anche un minimo di controllo… Non sono tante le mie colleghe a settant’anni che sono ancora qua. E voglio dire una cosa a tutte le donne: non ho mai avuto tante offerte di lavoro come in questo momento e non solo dalla Rai». Quindi la rivedremo a “Domenica in” per la quattordicesima volta? Speriamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *