Orietta Berti, la nuova vita della regina della musica

Chi lo avrebbe mai detto che Orietta Berti sarebbe diventata la più amata (e cliccata) su YouTube e la regina degli adolescenti al pari degli influencer di 18 anni? Eppure è accaduto e ora con “Mille”, il tormentone estivo per eccellenza di quest’anno che la cantante di “Finché la Barca Va” ha realizzato insieme a Fedez e Achille Lauro, è ancora più un mito per i giovanissimi.

A rimanere sorpresa è stata prima di tutto la stessa Orietta che non avrebbe mai immaginato, dopo aver fatto cantare intere generazioni nel passato, di conquistare adesso, a 78 anni suonati, anche la generazione cresciuta con smartphone e social. «Ma nemmeno Fedez e Achille si aspettavano che questa canzone avesse un impatto così grande su generazioni così diverse. – ha detto al “Corriere della sera” – A Fedez l’ho detto: avessero preso una ventenne a cantare con loro era una cosa normale, invece con me fa tutto un altro effetto, ha un altro sapore. Anche il trio, rispetto al duetto, è stata una scelta più originale».

Al di là di “Mille”, però, l’avvicinamento di Orietta Berti allo status di “icona pop” per i ragazzi era già iniziato da un bel pezzo, complice il suo senso dell’umorismo, la sua freschezza e la sua voglia di comunicare in maniera moderna e “disinibita”. Tutto è ricominciato nel 2016, quando Fabio Fazio l’ha voluta ospite fissa nel suo “Che Tempo Che Fa”, impegno che è continuato anche per altre edizioni del programma che ha fatto riscoprire al pubblico la verve giovanile della Berti.

Poi hanno fatto seguito, sempre in tv, le partecipazioni tra gli altri a “Celebrity Masterchef Italia”, “Ora o Mai Più”, “Il Cantante Mascherato”, “Fuori dal Coro”, “Name That Tune – Indovina la Canzone” insieme a tanti altri impegni di tipo musicale, il più recente La” Mia Vita è un Film” e il duetto “Todo Cambia” con Cristiano Malgioglio. E poi il documentario “Extraliscio – Punk da balera” per la regia di Elisabetta Sgarbi, che ha confermato il talento anche di attrice di Orietta che già aveva mostrato accanto a Ugo Tognazzi nella commedia “I Nuovi Mostri”.

Più di 16 milioni di dischi venduti, conosciuta ed amata in tutto il mondo, l’interprete sembra davvero aver trovato la formula giusta per non invecchiare mai e per tenersi perennemente al passo con i tempi. Una formula semplice: nonostante il successo enorme e canzoni cult come “Io, tu e le rose”, “Via dei ciclamini” e tante altre, lei non si è rinchiusa in un libro di storia limitandosi a qualche apparizione tv e solo in programmi di alto livello, no, lei si è rimessa in gioco, si è voluto divertire anche a costo di apparire un po’ sopra le righe.

La sua umiltà e questa voglia di vita e di sorridere è stata la sua arma segreta, quella che l’ha fatta riscoprire a chi l’ha amata in passato e che ha fatto innamorare i giovanissimi che avevano sentito il suo nome solo nei ricordi dei nonni e dei genitori.

Non si mette su un piedistallo e per questo va d’accordo con tutti, anche con Achille Lauro: «Ci conosciamo da tempo, ci siamo sempre incontrati dietro le quinte delle trasmissioni tv, lui e la sua ironia romana. Lui si veste romantico, con le maniche a sbuffo, i polsi alti, i fiocchi al collo. Si mette anche le tute trasparenti, ma io sono una signora e non potrei mai. Se Achille si mettesse i miei abiti sarebbe davvero originale… ». Anche con Fedez il rapporto è ottimo, e non a caso è stato proprio lui a coinvolgerla per il progetto di “Mille”: «Ringrazio Fedez che mi ha dato l’occasione di far compagnia ai ragazzi anche nell’estate», ha detto Orietta a “Repubblica”.

Una carriera, quella della Berti, che va avanti a meraviglia e che è iniziata prestissimo, quando lei era giovanissima. «Da giovane mi è mancato il papà che avevo 18 anni in un incidente, ci siamo ritrovati io, la mamma e la nonna, non erano tempi d’oro. – ha ricordato al “Corriere della sera” – Volevo fare la cantante ma non c’erano i mezzi di oggi. Non è facile come adesso che metti una canzone in rete e la ascoltano migliaia di persone.

Erano i problemi dell’economia, dell’avvenire, della professione». E in barba all’immagine un po’ “rustica” e da donna semplice che ha sempre avuto, la cantante in privato nasconde un lato piuttosto stravagante. Anche per questo, forse, riesce a trasmettere allegria ai giovani e a farsi apprezzare così tanto: «A Los Angeles e a Las Vegas mi vesto tutto in un altro modo, ho tutte le mie parrucche colorate, mi vesto d’azzurro con la parrucca azzurra, o rosa con la parrucca rosa. I miei amici là sono tutti gay, ogni sera abbiamo una festa, siamo sempre vestiti tutti strani… – ha rivelato – I miei due più cari amici sono omosessuali…

Sono 26 anni che faccio le vacanze da loro a Los Angeles, io e Paolo Limiti eravamo testimoni al loro matrimonio. Per me non ci sono assolutamente veti, condivido questa causa». E se la sua vita professionale è sempre andata benissimo, anche quella privata è riuscitissima. Lei, che rifiutò una cifra strepitosa offertale per posare per “Playboy”, è sposata dal 1967 con Osvaldo al quale la lega grande amore e stima e con il quale ha avuto due figli, Omar e Otis. La Berti ha anche una nipotina di nome Olivia ma, da grande diva trendy qual è, non ha certo molto tempo per tirare il passeggino al parco! «Siamo fortunati – ha detto parlando di suo marito – perché abbiamo due caratteri completamente opposti: io sono estroversa, tiro fuori tutto, posso anche offendere e poi mi pento in un attimo come niente fosse…».


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *