Per Simona Ventura la fine di un incubo


E arrivata l’assoluzione per Si-mona Ventura accusata di evasione fiscale. La soubrette torinese, al processo, era imputata di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici all’erario, per contributi pari a circa 500 mila euro tra il 2012 e il 2015. Il pm Silvia Bonardi aveva chiesto una condanna a un anno e quattro mesi, ma il giudice della seconda i sezione penale del Tribunale di Milano ha emesso la sentenza: “il fatto non sussiste” Dopo tre anni e mezzo di sofferenza si chiude quindi, per la Ventura: un vero e proprio incubo per la showgirl e conduttrice televisiva, “già torturata sotto l’aspetto tributario” ha commentato il difensore della conduttrice, l’avvocato Jacopo Pensa. “Oggi è finito un incubo lungo tre anni e mezzo” Inizia così il lungo post sui social in cui Simona Ventura tira fuori quanto vissuto in | questo periodo:

“Essere accusata I di ‘elusione fiscale’ di ‘frode! è stato duro da sentire e da incassare, a anche perché, se ho una colpa, è stata quella di fidarmi totalmente delle persone che non lo meritavano affidando loro la mia vita”

In un lungo post sui social, Simona ha commentato l’assoluzione con formula piena decisa dal Tribunale di Milano nel processo che la vedeva imputata per una presunta evasione fiscale da circa 500 mila euro minare, mi è arrivato addosso dal mondo dei social e dei blog, mi ha ferito nel profondo.

Le accuse che arrivano dai famosi e celeberrimi ‘leoni da tastiera’ fanno male, soprattutto a chi (come me) sa di essere innocente, d) Quando uno è indagato scatta immediatamente la presunzione di colpevolezza mentre quella di innocenza non viene mai considerata” Simona Ventura ringrazia i suoi avvocati, gli amici che le sono stati vicino e il compagno, Giovanni Terzi, “sempre di più la mia quercia” E conclude: “’Male non fare paura non avere’ diceva mia nonna, anche se, al giorno d’oggi la calunnia, più che un venticello è un uragano. Grazie anche a voi, che mi state sempre vicino. Noi, insieme, urlando nel cielo: crederci sempre arrendersi mai” .

E adesso sogna Sanremo!

Tra i desideri di Super Simo c’è quello di tornare al Festival di Sanremo. La showgirl avrebbe dovuto essere sul palco dell’Ariston durante l’edizione 2021 del Festival, ma ha dovuto dare forfait a causa del Covid a cui era risultata positiva. In quei giorni la conduttrice, costretta a rimanere in isolamento domiciliare, aveva lanciato un video-messaggio a non abbassare la guardia: “A voi voglio dire una cosa, non abbassate la guardia per favore. Capisco è un anno che siamo chiusi dentro, lo vi assicuro avevo due mascherine, giravo con due mascherine. Non so come l’ho contratto può essere che io mi sia toccata in faccia perché lo faccio sempre lo sapete, molti di voi lo sanno. Non lo so come l’ho contratto. Però di fatto per favore non abbassate la guardia”. Sul Festival aveva detto: “Spero che tutto si possa poi recuperare. Le occasioni poi ripassano però la salute è molto importante. Per cui volevo fare un in bocca al lupo od Ama a Fiore che conosco da tanti anni. Questa sera sarebbe stata una reunion: la spostiamo di un po’ e sicuramente riusciremo a rifarla in un’altra occasione”. Oggi, a distanza di quasi 8 mesi da quei primi giorni di marzo 2021, sulla possibilità di essere richiamata si dice pronta: “Sono totalmente dalla parte di Amadeus e Fiorello. Se vorranno io sono di nuovo qui, sperando bene”, ha rivelato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *