Pippo Baudo, la lotta contro il cancro e poi la coincidenza incredibile “l’ho scoperto..”

Pippo Baudo è sicuramente uno dei più grandi conduttori italiani di sempre, il quale ad un certo punto però della sua vita ha dovuto fare i conti con un momento di grande sofferenza e di terrore. Ma per quale motivo? Cosa è accaduto al Noto conduttore italiano?
Sicuramente è stato uno dei conduttori più importanti della storia della televisione italiana, ma la sua vita non è stata segnata soltanto da fama e successo. Pippo Baudo infatti ha dovuto fare i conti con un momento piuttosto brutto, in cui ha dovuto lottare contro un brutto male che finalmente ha sconfitto.

Pippo Baudo chi è

Di lui sappiamo che ha avuto un grande successo a cominciare dagli anni 60. Dopo essersi laureato in Giurisprudenza, ha esordito infatti in televisione nel 1959 con il programma La Conchiglia d’Oro condotto da Enzo Tortora. Successivamente ha iniziato a condurre vari programmi di grande successo come Fantastico, Un disco per l’estate Canzonissima domenica in e serata d’onore. Ovviamente non possiamo Non citare il Festival di Sanremo che Pippo Baudo ha condotto davvero per tantissime edizioni. È stato un direttore artistico del Festival di Sanremo per tanti anni e questo ha contribuito a far crescere la sua fama e popolarità.

La vita del conduttore segnata da un grave problema di salute

Come abbiamo avuto modo di anticipare, purtroppo la sua vita è stata segnata da dei momenti molto dolorosi. Ha dovuto lottare Infatti contro un tumore abbastanza importante ed a raccontare questa esperienza è stato proprio lui nel corso di un’intervista rilasciata alla trasmissione La strada dei miracoli di Safiria Leccese. “Nella mia vita ho avuto tante malattie e sono stato operato tante volte. Ad un certo punto della mia vita ho scoperto di avere avuto un cancro alla tiroide ed ho vissuto una vita preoccupatissima. Avevo il cancro e facevo la prima ‘Canzonissima’ della mia vita, erano gli anni ’70”. Queste le dichiarazioni rilasciate dallo stesso Pippo Baudo.

L’esplosione di Chernobyl e la guarigione

Sembra che di vitale importanza per lui sia stata l‘esplosione di Chernobyl. I bambini nascevano grassi perché privi di tiroide proprio per via del sodio radioattivo. In quegli anni un professore pare andasse a Chernobyl per visitare i bambini. Pare che un professore gli chiese se avesse voluto far parte di un programma sperimentale. Il professore infatti aveva pensato che se avesse dato gli ammalati di tiroide lo iodio radioattivo sicuramente questi ammalati sarebbero potuto guarire. Pippo Baudo decise di accettare e dopo aver trascorso 7 giorni in isolamento, i medici fecero una scoperta davvero straordinaria ovvero che grazie allo iodio radioattivo assunto da Pippo, la malattia era completamente distrutta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *