sabrina ferilli piange

Sabrina Ferilli non ha figli, il dramma della maternità: ecco il perché

La bellissima attrice italiana Sabrina Ferilli un po’ di tempo fa, aveva rilasciato una bellissima intervista alla giornalista Fulvia Caprara. Sabrina Ferilli sicuramente è il sogno proibito di moltissime persone in Italia, la donna ha voluto raccontare il motivo per cui ha scelto di non avere figli. Oggi Sabrina Ferilli Sara intervistata da Silvia Toffanin nel programma Verissimo. Sicuramente in studio si parlerà dell’ultima fiction girata da Sabrina Ferilli che andrà in onda mercoledì 24 Marzo su Canale 5 dal titolo “Svegliati amore mio”.
La donna che interpreto è un personaggio completo, ma anche fragile. Quella che si racconta è la storia d’amore di una famiglia che per un incidente prende consapevolezza di cosa significhi ammalarsi di polveri e inquinamento. Ho sempre avuto un certo tipo di richiamo per queste problematiche, ma mai come in questo periodo. Quando si arriva a mettere in discussione se sia più importante il lavoro o la vita, si crea un cortocircuito mostruoso. Nessuno mai dovrebbe essere costretto a dover scegliere. Purtroppo, con le acciaierie succede questo. Mi auguro che questo problema si risolva definitivamente. La politica deve superare questa impasse e deve dare risposte. Non ci sono figli di serie A e serie B. Non è giusto che per non bonificare o per non cambiare una modalità di produrre migliaia di lavoratori possono ritrovarsi senza lavoro.

Nel passato la bellissima attrice  Sabrina Ferilli decise di non avere figli, puntando su altre esigenze che avvertiva come prioritarie, carriera in primis. L’attrice ha toccato l’argomento in un’intervista concessa alla Stampa: “Ho sempre ragionato su quello che desideravo, compiendo scelte, anche azzardate, ma sempre rispondenti a ciò che volevo. Non mi sono mai sentita di fare figli”.

Oggi, col senno di poi, Sabrina Ferilli non rimpiange la sua decisione. Non è estranea all’istinto materno, ma crede nella capacità di amare un figlio anche attraverso l’adozione, strada da lei perseguita ma senza successo. “L’amore materno si può anche distribuire a chi ne ha bisogno – ha detto -. Se fosse per me, prenderei 10-15 ragazzini a botta, li farei studiare, cercherei di trasmettere dei valori e delle certezze”.

Sebbene non sia riuscita ad adottare un bambino, l’attrice vuole lanciare un messaggio di forza a tutte le donne, che, come lei, per un motivo o per un altro, non sono diventate madri, esortandole a non abbattersi proprio come ha fatto lei: “Ho tentato di adottarne uno, ma non c’è stata fortuna. Alla fine le cose sono andate come dovevano andare e non ne ho fatto una malattia”.

Soprattutto una può essere come le pare e l’altra pure. Ladies & Gentlemen, Maria De Filippi e Sabrina Ferilli, sulle quali possiamo anche stilare la lista delle coppie famose della tv a cui dovrebbero somigliare, quella che viene sempre riesumata in questi casi: quella della televisione certamente bella e colta, in bianco e nero, sul genere Studio Uno… Ma loro due assieme sono qualcosa di più. E anche di nuovo, nuovissimo.

E i dati che Maria si è portata a casa a chiusura di Tu si que vales (33.09% di share per oltre 6 milioni di spettatori) – forse quelli che poteva vantare appunto Studio Uno quando c’era un canale solo – sono soltanto la punta dell ’ iceberg. Perché, per carità, in tv di brave, di bravissime, di eccezionali conduttrici ne abbiamo viste tante, ognuna, per altro, con uno stile personalissimo e preciso. Basti pensare alla Raffaella Carrà di un tempo e alla Maria De Filippi di qualche anno fa.

Però la De Filippi che va in onda ora e oggi è un po’ come se avesse fatto di fresco ì’upgrade, V aggiornamento. Come? Ha portato in tv l’amicizia al femminile. E ha mostrato come due belle donne possano anche essere divertenti. Disintegrando, così, giusto quel paio di cliché, di stereotipi, che sembravano scolpiti nel granito. E questo anche a fronte di tante battaglie, dalla fine degli Anni 60 fino al #MeToo.

Già, le donne sono amiche. E se si accende la telecamera non si spintonano fino a scaraventarsi fuori a vicenda dall’obbiettivo, piuttosto si sostengono. Anche e soprattutto quando si prendono in giro. Ridendo l’una con l’altra e mai l’una dell’altra. Resta negli annali la scena che vede protagonista un cagnolino fatto con i palloncini gonfiabili, che non ha mai visto la luce. In trasmissione c’è una concorrente che, con i palloncini, appunto, è capace di farti la Torre Eiffel, il duomo di Milano, un vestito di Capucci e, forse, pure una moka funzionante, dunque, un caffè con quelli. Ebbene, con un certo entusiasmo la signora consegna dei tubi lunghi e colorati ai giudici, tentando di insegnare loro come si fa il bassotto.

Mentre Rudy Zerbi, Teo Mammucari e Gerry Scotti alzano le braccia in segno di resa dopo poco, Maria e Sabrina, cocciute come solo due donne possono essere, si industriano. Sabrina parrebbe pure sulla buona strada, finché non vede Maria con quel coso in mano che somiglia a ben altro. E comincia: «’Sta cosa ti inseguirà sul web per due mesi». Maria le mette in mano la sua creazione nello stesso istante in cui sente la frase. E ancora Sabrina: «Guarda che io il bassotto, se tu non ti mettevi in mezzo, lo facevo».

E per dimostrarlo tira su un altro oggetto che non si farebbe fatica a definire un oggetto del desiderio. E di fronte a questi siparietti, no, neppure Belen Rodnguez riesce a catalizzare così spesso l’attenzione su di sé. E dire che Maria De Filippi le ha regalato un bel “corredo” nelle ultime stagioni. La conduttrice argentina è infatti affiancata da due signorini che rispondono al nome di Martin Castrogiovanni (rugbista che giocava nel molo di pilone) e Alessio Sakara (su wikipedia leggi che è un campione di arti marziali miste, insomma, è uno grosso).

Niente, la coppia al femminile non si batte. Anche perché l’amicizia fra Maria e Sabrina non nasce né davanti alla telecamera, né dietro le quinte, ma ha origini ben più lontane. E alcune  tracce di questo rapporto si erano, in effetti, cominciate a vedere, in maniera magari più timida, ai tempi di House Party, varietà di successo del 2016 che le ha trovate sul piccolo schermo per la prima volta insieme. Ai tempi la Ferilli aveva confessato: «Maria ha tutto quello che per me conta in un’amicizia: sa custodire un segreto, sa ascoltare, ti aiuta. Un’amica vera capisce qual è il tuo problema e poi deve dimenticarsene subito per tutelarti con gli altri, non deve lasciarsi sfuggire neanche una parola».

Al tempo stesso, però, Sabrina non ha nessun tipo di inibizione (cosa che non è proprio da tutti) nei confronti della De Filippi. E riesce sempre a, come dire, “tirarla fuori’’, a farle fare cose che non ti aspetteresti (come metterla alla guida di autoscontro in prima serata: barrate pure la casella “fatto”). E anche a dirle l’indicibile. Come quella volta in cui alla De Filippi cadde la caramella dalla bocca e la Ferilli subito: «Ma che, hai perso la dentiera?».

E quando non si è davanti alla telecamera? C’è da dire che Sabrina, la sua Maria la insegue via messaggini ovunque e comunque. E pretende risposte via whatsapp istantanee (che sennò si preoccupa), mentre magari Maria sta registrando 70 puntate di Uomini e donne e contemporaneamente sta leggendo 16 lettere di C’è posta per te.

Come finisce questa storia? Non finisce. Con la Ferilli ci vediamo anche l’anno prossimo. Come finisce l’edizione di quest’anno? Con un cabaret spaziale di meringhe con la panna e i marron glacé che sono il dolce della vita di Maria De Filippi, di Sabrina Ferilli e che in quella notte speciale lo diventano anche di altre tre ragazze: Sabina Gregoretti, direttore generale contenuti della Fascino pgt, Anahi Ricca, la super stilista, Betti Soldati, che è da sempre a capo della comunicazione dei programmi della De Filippi. Tutte a dieta, <;a va sans dire. Circondate all’alba da vassoi che neanche avevano più bisogno di un giro di lavastoviglie. Tutte davvero amiche.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *