Dove e come vedere Spezia Milan diretta tv live streaming gratis SKY o DZAN

 Con i rientri di Davide Calabria e Olivier Giroud , l’infermeria del Milan sorride anche in vista dell’Atletico Madrid. Simon Kjaer e Zlatan Ibrahimovic stanno meglio e potrebbero essere convocati per la partita contro i temibili colchoneros. Ci sarà anche Alessandro Florenzi , che non sarà della sfida odierna contro lo Spezia a causa di un trauma contusivo al ginocchio sinistro rimediato durante un allenamento.

L’esterno azzurro sta cercando di ritrovare la migliore condizione possibile che gli permetterebbe di essere ancora più utile alla causa milanista. Junior Messias , dal canto suo, è quasi completamente recuperato e punta alla convocazione per la sfida contro l’Atalanta per poi rimanere in pianta stabile nei 23 che Pioli convoca per le varie partite. La sosta sarà molto importante anche per il pieno recupero di Rade Krunic e Tiemoué Bakayoko . Il bosniaco sta smaltendo l’infortunio al polpaccio subito in Nazionale così come il francese è alle prese con la guarigione dalla soffusione al soleo rimediata contro la Lazio. Insomma, al netto di nuovi fattori sfortunati, Pioli si augura di avere la squadra al completo dopo la sosta per le Nazionali quando sia il campionato sia la qualificazione alla fase eliminazione diretta della Champions entrerà nel vivo.

Spezia Milan, anticipo della sesta giornata di Serie A Tim 2021/2022. Lo Spezia di Zanetti ospita oggi sabato 25 settembre il Milan di Pioli per l’anticipo della sesta giornata di Serie A. Il match si giocherà alle ore 15 allo stadio Picco nella città Ligure. Qui di seguito tutte le informazioni principali su come dove vedere la partita e quali le probabili formazioni.

Spezia Milan, Serie A tim 2021/2022 sabato 25 settembre

Lo Spezia ospiterà quindi oggi il Milan di Pioli ed il match sarà valevole per la sesta giornata di campionato di Serie A 2021 2022. La partita si giocherà alle ore 15 allo stadio Picco proprio della città Ligure. Lo Spezia arriva a questo match con 4 punti, piazzato al diciassettesimo posto in classifica, dopo aver recapitato una vittoria un pareggio e 3 sconfitte. Il Milan invece si trova il primo posto imbattuti con 13 punti, con un cammino di quattro vittorie ed un pareggio. L’ultimo confronto tra le due squadre in Serie A è avvenuto la scorsa stagione, quando lo Spezia guidato da Italiano si è imposto sul Milan per due reti a zero con i goal di maggiore e Simone e Bastoni.

Dove e come vedere la partita

Spezia Milan si giocherà quindi oggi sabato 25 settembre 2021 allo stadio Alberto Picco di La Spezia con fischio d’inizio fissato alle ore 15. Si potrà assistere al match in diretta streaming su Dazn e sarà visibile soltanto per gli utenti che abbiano sottoscritto un abbonamento. La partita si potrà vedere sulla Smart TV di ultima generazione che siano compatibili con l’App e sempre Grazie all’applicazione su tutti i televisori che sono collegati ad una PlayStation 4 5 o XBox. In alternativa il televisore potrà essere collegato al tim vision box oppure un dispositivo Google Chromecast o Amazon Fire TV stick. La telecronaca è affidata a Pierluigi Pardo e la seconda voce invece a Massimo Ambrosini. Si potrà assistere al match anche in diretta streaming sui dispositivi mobili come tablet e smartphone scaricando le applicazioni per sistema iOS e Android su un computer o Netbook.

Probabili formazioni

Lo Spezia che ha soltanto un impegno in campionato potrebbe tornare in campo con lo schema 4-3-3 e dunque con lo schema confermato contro la Juventus. Il Milan, invece, dopo il duro girone di Champions League dovrà fare i conti con delle scelte.

SPEZIA (4-3-3): Zoet; Amian, Hristov, Nikolaou, Bastoni; Sala, Bourabia, Maggiore; Verde, Antiste, Gyasi. Allenatore: Thiago Motta.

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria (Kalulu), Tomori, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessié, Tonali; Saelemaekers, Maldini, Leao; Rebic. Allenatore: Stefano Pioli.

Certi amori non finiscono. Fanno giri immensi e si trasformano, come la materia. Prendete Rino Gattuso , per esempio. Da bambino ha sempre tifato per il Milan. Da ragazzo è diventato un giocatore del Milan e con il Milan ha vinto tutto. Appesi gli scarpini al chiodo, è diventato allenatore: anche del Milan. Poi la carriera lo ha portato altrove ma il Milan è rimasto nel cuore. E in questi mesi che i suoi impegni professionali sono meno pressanti, l’amore è tornato all’origine: Rino è tornato un tifoso. Del Milan, ovviamente. Infatti come ogni tifoso che si rispetti, quando può segue la squadra dagli spalti. Beccato – perché nel frattempo anche nel calcio sono arrivati gli smartphone e le telecamere che non si fanno scappare niente – da altri tifosi che lo hanno immortalato mentre segue le gesta della squadra del cuore. Dopo l’ultima gara di campionato, la presenza di Gattuso in tribuna allo Stadium per assistere alla gara contro la Juventus è diventata nota. Come il fatto che non si sia trattato di un caso isolato.

Il primo avvistamento è stato registrato in tribuna d’onore a Marassi per la trasferta dei rossoneri contro la Sampdoria. Poi è stato visto a San Siro, sia per la gara del Cagliari che per quella contro la Lazio. Ma il tifoso Gattuso non si è limitato a seguire il Milan solo in campionato. Per una prima storica come l’esordio del Milan ad Anfield in una gara di Champions League contro il Liverpool – impianto dove, curiosamente visto il palmares delle due contendenti, i rossoneri non avevano mai giocato – Gattuso c’era. E chissà cosa avrà vissuto, memore delle due finali di Champions giocate proprio con la maglia del Milan contro i Reds. Alla fine, la sua presenza non è passata inosservata e una pagina Facebook particolarmente brava nel raccontare il lato romantico del calcio (Oltre i colori) l’ha resa virale in rete a suon di condivisione tra i fan al di là delle appartenenze calcistiche. Del resto, il legame di Gattuso con il Milan è di sangue, senza compromessi e sempre saldissimo. Il primo a gioire, se i rossoneri riuscissero a conquistare lo scudetto, sarebbe probabilmente lui, che del resto lo ha anche vinto due volte.

Tifoso speciale che spingerà i rossoneri con tutta la passione del mondo, sperando nel buon esito dell’impresa. Gattuso, nel 2018/19, sua ultima stagione al club da allenatore, con un Milan alle prese con il passaggio di proprietà e i cambi dirigenziali, oltre che in squadra, si era fermato a una traversa dal tornare in Champions League. Dopo il quinto posto, anche a causa di alcuni dissapori con Leonardo , a quell’epoca direttore generale dell’area tecnico-sportiva, Gattuso ha lasciato il club. Rescissione consensuale, con rinuncia al lauto stipendio, ma solo con la sicurezza che vengano pagati i collaboratori. Gattuso è sempre stato attento a chi lavora e ha lavorato con lui. Dopo il Milan, è arrivato lo sbarco al Napoli (e anche sotto al Vesuvio si è fermato la passata stagione a un punto dalla Champions League), ma anche da quella panchina Ringhio ha sempre e solo avuto belle parole per la sua ex squadra. Sempre che la si possa chiamare ex. Perché anche senza un ruolo ufficiale, la squadra del cuore, resta sempre la stessa: e il Milan per la corsa scudetto può contare su un super tifoso in più.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *