Can Yaman è pronto a tornare a C’è posta per te, Maria De Filippi chiama


Can Yaman è uno degli attori più famosi della Turchia. Ha raggiunto una grande popolarità negli ultimi anni, per i suoi ruoli da protagonista nelle soap opera turche. In Spagna ha trionfato con Erkenci Kus, una serie d’amore, trasmessa da Mediaset. Dato il successo di pubblico della serie, il gruppo mediatico ha deciso di portare Can Yaman in Spagna, per partecipare a vari programmi. La loro presenza nel paese ha causato un furore. Tanto che la Polizia Nazionale ha dovuto scortare l’attore, assediato da migliaia di fan.

Non c’è due… senza tre. È proprio così: Can Yaman toma per la terza volta a C’è posta per te, nella nuova edizione al via dall’8 gennaio su Canale 5. Tra gli ospiti sempre molto attesi di questo programma dedicato ai sentimenti, che ormai è il fiore all’occhiello di Maria De Filippi, dunque, la conduttrice non ha voluto fare a meno dell’attore di origini turche che, proprio in questo ultimo anno, potremmo dire così, è stato “adottato” dal nostro Paese.

Già, perché Can Yaman, stella della soap girata a Istanbul Daydreamer – Le ali del sogno, qui da noi ha appena finito le riprese della fiction Viola come il mare, con Francesca Chillemi. Ma lo abbiamo visto anche nella fiction Che Dio ci aiuti, su Raiuno.

E poi, lo vedremo nella grande saga dedicata a Sandokan, firmata Lux Vide, in cui Can interpreta proprio il leggendario pirata. Insomma, in qualche modo, dietro al successo dell’attore, c’è anche la “benedizione” di Maria. Già, perché lei ha subito intuito che Can sarebbe diventato uno dei volti più amati e già nel 2020, quando lui iniziava a farsi conoscere in Italia, lo ha chiamato tra gli ospiti di C’è posta per te.

Poi lo ha rivoluto nel 2021, quando Can era già affermato e sognava di proseguire la sua carriera nel nostro Paese, rinnovando un successo strepitoso. E ora, rieccolo nella nuova attesissima serie della sua trasmissione dedicata ai sentimenti. «Maria ammira molto Can», dicono nei corridoi di Mediaset. Ma veniamo al programma di Maria De Filippi che, ormai, è giunto al ventiduesimo anno, perché la prima puntata andò in onda il 12 gennaio 2000.

La formula? Sempre la stessa. C’è chi si presenta con il desiderio di incontrare qualcuno che non vede da tempo, o al quale vuole dire semplice-mente “grazie” o “scusa”. Lo spazio, poi, è lasciato alle lacrime di commozione: ingrediente principale di questa trasmissione, dopo che si è deciso di aprire o no la famosa “busta”.

E poi a parte Can Yaman, tra gli ospiti di questa edizione vedremo un’altra stella che ormai è sulla cresta dell’onda e non si ferma più: stiamo parlando di Luca Argenterò, protagonista della fiction Doc – Nelle tue mani, che toma in onda proprio in questi giorni. Non solo: Luca Argenterò sarà uno dei protagonisti proprio di Sandokan, e dunque lo vedremo al fianco di’Can.

Insomma, ancora una volta c’è da scommettere che C’è posta per te sbancherà gli ascolti. L’ultima volta che è apparso Can Yaman, per esempio, la trasmissione ha toccato quota sei milioni e mezzo di telespettatori, con punte del 30 per cento di share.

Ma gli ascolti alti non sono una sorpresa: da oltre venti anni C’è posta per te non va mai sotto i cinque milioni di telespettatori, toccando punte elevatissime. «Questa trasmissione mi venne in mente per caso», ha raccontato Maria. «Successe quando fui chiamata dall’allora ministro dell’istruzione Luigi Berlinguer per un incontro. Fuori dal ministero mi fermò un fan, mi consegnò una lettera e mi disse: “Maria, potresti fare avere questa lettera al ministro?”. Da quel momento nella mia testa si inserì la possibilità di concretizzare questo desiderio in una trasmissione vera e propria e così è stato».

Per Maria questo programma è come un figlio: «C’è posta per te è il programma che mi appassiona di più. Curo tutto, nei minimi particolari, e la scelta delle storie è mia. E poi mi misuro con quello che non so, l’imprevisto è sempre dietro l’angolo: “La tal persona aprirà la busta o no? Come reagiranno coloro che riceveranno il messaggio?”. Insomma, nulla è dato per scontato e come con duttrice non sono imbrigliata in uno schema, vivo tutto al momento, proprio come chi recapita la lettera e non sa se il destinatario accetterà il suo messaggio».
Da oltre venti anni, insomma, C’è posta per te è un appuntamento fisso che emoziona e che, spesso, contribuisce anche a lanciare stelle in TV, come è accaduto con Can Yaman.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *