Charlène di Monaco e la figlia indossano due creazioni dello stilista sudafricano Terrence Bray, caro amico della principessa

La principessa è tornata in pubblico insieme alla figlia per la settimana della moda monegasca e all’ultimo Gran Premio. «Sono fragile, il cammino è ancora lungo, ma sono più serena», ha detto. «Le chiacchiere su di me e Alberto? Davvero deplorevoli». E c’è chi dice che dietro questa forza ci sia il fratello Gareth, nuova potenza di Monte Carlo

Due splendide principesse hanno illuminato il Teatro dell’Opera di Monte Carlo: la sovrana Charlène, madrina della Monaco Fashion Week, manifestazione che dal 2013 premia le eccellenze del principato nel settore moda, è ricomparsa in pubblico con la figlia Gabriella, 7 anni. La sovrana aveva raccontato i preparativi dell’evento su Instagram, dove è tornata a far sentire la sua voce. “Ho adorato ogni momento con la mia principessa”, ha scritto con toni commoventi.

Nei loro abiti, squisite creazioni dello stilista sudafricano e amico di Charlène, Terrence Bray, madre e figlia hanno posato per le foto di rito sul red carpet e poi hanno premiato il designer Abdul Al-Romaizan. Non è un caso che sia proprio la moda, grande passione della sovrana, a unirle. «Gabriella ama gli abiti regali e giocare col rossetto. Ha uno stile tutto suo che amo incoraggiare », ha detto Charlène a Monaco Matin. Al quotidiano del principato, la sovrana ha anche affidato, per la prima volta dopo il periodo travagliato iniziato a metà 2021 in Sudafrica, un lungo sfogo sui gossip relativi alla crisi con il marito Alberto e al presunto accordo economico stipulato per trattenerla a corte.

Insinuazioni appesantite dalla recente gita del sovrano a Disneyland Paris con i gemelli, ancora una volta senza la moglie accanto. «Tutte le mie energie sono concentrate sui bambini. Sono fragile e il cammino è lungo, ma mi sento più serena», ha detto Charlène, che ha poi aggiunto di trovare «deplorevole» che si giochi con le emozioni sue e del marito, compagno che, su questo la sovrana non ha dubbi, l’ha «sempre protetta».

È la prima volta che la principessa commenta le speculazioni su salute e vita privata con la stampa: a farle da portavoce, nei lunghi mesi della sua assenza, prolungati dal ricovero in una clinica svizzera che si è concluso a marzo, sono sempre stati il marito Alberto, i genitori Michael e Lynette e i fratelli Sean e Gareth. Proprio quest’ultimo, che da diversi anni vive nel principato, ha spesso fatto le veci di Charlène nel corso di diversi eventi ufficiali, non ultimo il Monte Carlo Gala For Planetary Health dello scorso settembre (madrina della serata fu la star di Hollywood Sharon Stone). E al mercatino di Natale, tradizione per i bimbi dello staterello, c’era anche lui con il cognato e nipotini. Soprannominato “Il Conte di Monaco” per il suo portamento nobile, Gareth ha recentemente ottenuto la cittadinanza del principato.

Sposato dal 2015 con Roisin Galvin e padre di Kaia-Rose, Gareth si è anche convertito al cattolicesimo, gesto che gli ha permesso di fare da padrino di battesimo alla nipote Gabriella. Oltre a essere diventato un pilastro di corte, Gareth è anche Segretario Generale della Fondation Princesse Charlène e suo confidente. L’unico, pare, che riesca a capirla nel profondo. In un’intervista del 2015, Gareth aveva detto: «Mia sorella ha bisogno del sostegno dei suoi cari. E noi siamo qui per lei». E non ha mai mancato di onorare la promessa, rimanendole accanto e, all’occorrenza, difendendola dalle insidie del gossip.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.