Giallo a Catania, Valentina trovata morta in casa con colpi di arma da taglio: aveva 32 anni

57

Una donna di 32 anni, Valentina Giunta, è stata trovata uccisa nella sua casa di Castello Ursino (Catania). È stata ferita mortalmente con diverse coltellate su tutto il corpo, in particolare sul collo e sulla schiena.

La vittima era una donna di 35 anni con due figli di 9 e 5 anni. Secondo quanto riferito, i bambini erano ospiti dei nonni al momento dell’omicidio. La donna era separata dal suo compagno. Il suo corpo è stato trovato sul pavimento, in camera da letto e in una pozza di sangue nella sua casa di via Di Giacomo, nel quartiere di San Cristoforo, dalla polizia allertata da una telefonata. Una donna aveva chiamato il 112, il numero unico di emergenza, segnalando rumori sospetti provenienti dall’abitazione.I

l personale medico di emergenza è intervenuto sulla scena, ma la donna è morta per le ferite riportate poco dopo. Nell’omicidio potrebbe essere coinvolta una persona non maggiorenne: L’indagine è infatti coordinata dalla Procura dei minori di Catania, coordinata dal procuratore Carla Santocono, come confermato da fonti di entrambi gli uffici, che hanno imposto il segreto istruttorio.

La polizia è ora alla ricerca dell’arma usata per l’omicidio. La squadra ha inizialmente indagato sul compagno della donna, che era stato denunciato per maltrattamenti negli anni precedenti. La vittima ha poi ritirato la denuncia, ma l’uomo è da tempo detenuto in un carcere siciliano.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.