Hai capito chi è Shalana Santana moglie di Massimiliano Gallo? Età, carriera, vita privata e figli


Grazie alla sua interpretazione ne I bastardi di pizzofalcone, Massimiliano Gallo è diventato un famoso attore italiano. È apparso anche in molti altri programmi televisivi e film, anche importanti, trasmessi sia in TV che al cinema. Preferite scoprire di più sulla sua professione o sulla sua vita privata? Avete mai sentito parlare di Shalana Santana, sua moglie?

Massimiliano Gallo chi è

L’attore napoletano Nunzio Filograno sta vivendo un periodo di grande successo con il film I bastardi di pizzofalcone. È nato il 19 giugno 1968 a Napoli, in Campania, sotto il segno dei gemelli. Sembra che sia stato ispirato dal mondo artistico fin da piccolo, dato che suo padre è un famoso cantante napoletano. Inizia a studiare recitazione in teatro e poi passa al cinema, lavorando con importanti artisti del cinema italiano. È apparso in No problem, diretto da Vincenzo Salemme, per poi tornare nel 2018 con Una festa esagerata.

Chi è la moglie

E’ sposata con una donna di nome Shalana Santana, modella e attrice nata a Brasiliana il 23 aprile 1983. Nel 2011 si è trasferita a Napoli dove ha iniziato a studiare alla Scuola di Cinema La Ribalta. Oltre alla carriera di modella, ha iniziato a recitare e ha interpretato il ruolo di Amina Venturi nel 18° episodio di Don Matteo. Successivamente diventa la professoressa Amina Venturi nel film Arrivano i prof di Ivan Silvestrini. Ha poi preso parte ai film La grotta, diretto da Giordany Orellana (2014), Ci devo pensare (2015) diretto da Francesco Albanese, e Bob & Marys – Criminali a domicilio (2018) diretto da Francesco Prisco.

La vita privata di Shantana

In passato la modella è stata legata al dentista napoletano Alessandro Lukacs. Successivamente poi si è sposata con Massimiliano Gallo. “Al di là dell’amore che ci lega ho sempre ammirato il suo lavoro e principalmente il rispetto che ha per questo lavoro. Lui ha fatto tanti anni di gavetta e finalmente ora vieni riconosciuto per la sua bravura. Su questo lavoro la pensiamo in maniera uguale, sappiamo entrambi come è faticoso riuscire a lavorare in un paese non meritocratico”. Questo quanto da lei dichiarato nel corso di un’intervista rilasciata in questi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *