I cittadini chiedono alla Procura una pena esemplare per Alessia Pifferi, che ha ucciso la figlia Diana

72

Una madre di una bimba di 13 mesi ha presentato alla Procura di Milano una email dove chiede pene severe  per il caso di Alessia Pifferi, la donna di 37 anni accusata della morte della figlia Diana, di appena un anno e mezzo. La bambina era stata lasciata sola a casa per sei giorni.

Altri cittadini hanno chiesto una pena esemplare per Alessia Pifferi

Molti cittadini hanno inviato lettere agli investigatori con richieste simili e molti altri lo faranno sicuramente dopo la copertura mediatica del caso. Nel frattempo, i risultati dell’autopsia sono inconcludenti.

Il procuratore Francesco De Tommasi ha disposto nuove indagini e sembrerebbe che la bambina sia morta nei giorni precedenti al ritrovamento del suo corpo. L’esame tossicologico potrebbe far luce su quanto accaduto il giorno in cui Alessia Pifferi ha deciso di lasciare la figlia sola a casa per raggiungere il compagno a Leffe (Bergamo).

Il contenuto della bottiglia trovata in cucina e il latte e il biberon lasciati accanto al lettino  dove si trovava il corpo di Diana saranno analizzati per vedere se ci sono tracce di benzodiazepine nel latte.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.