Il piccolo Mattias morto in piscina in Sardegna, l’esito dell’autopsia: “Nessun malore in acqua”

44

Mattias Poggi, un bambino di 5 anni, è morto mentre nuotava nella piscina di un resort in Sardegna, Italia. Prima della sua morte, i genitori e il personale hanno tentato di salvarlo dopo essersi accorti che aveva smesso di respirare. Molte domande rimangono ancora senza risposta su questo tragico incidente, ma possiamo aspettarci che emergano presto ulteriori dettagli man mano che le indagini proseguono.

I medici non hanno riscontrato segni di malformazioni o lesioni agli organi vitali del bambino, ma è necessario effettuare ulteriori esami per garantire che l’analisi istopatologica sia completa. Il bambino stava nuotando nella piscina del resort con maschera e boccaglio quando ha iniziato a ingerire acqua. Anche se non ha potuto riferire le sue difficoltà ai genitori o ai bagnini, sono bastati pochi minuti perché l’acqua passasse nei suoi polmoni e lo uccidesse.

I genitori di Mattias, cinque anni, lo stavano osservando mentre nuotava a faccia in giù nella loro piscina. Non si sono accorti subito che aveva smesso di respirare perché indossava maschera e boccaglio. Pochi minuti dopo essersene accorti, hanno chiamato il 911 e i bagnini sono arrivati a casa loro il prima possibile. I tentativi di salvataggio sono proseguiti per circa un’ora prima che i paramedici dovessero dichiararlo morto. Il corpo è stato restituito ai genitori che lo hanno riportato a casa per le esequie prima di seppellirlo a Roma.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.