Ilary Blasi, non ci sta e replica tramite il suo avvocato dopo le accuse a “Domenica In”

Mentre emergono sempre più dettagli sulla turbolenta fine del loro matrimonio, la separazione di Ilary Blasi e Francesco Totti continua a far discutere. L’ultima puntata di Domenica In ha dato ampio spazio alla vicenda, tanto da portare la Blasi a dover smentire alcune dichiarazioni rilasciate da Roberto D’Agostino, direttore del sito Dagospia, in merito alla questione.

Nella prima stagione di Domenica In, Mara Venier ha affrontato uno dei temi più scottanti dell’estate, la presunta separazione di Ilary Blasi e Francesco Totti. Per parlare della vicenda, oltre all’amico di sempre (ed ex calciatore) Alex Nuccetelli, ha accolto anche Roberto D’Agostino, caporedattore di Dagospia, che per primo ha rivelato la crisi e la rottura.

Alla domanda sul loro rapporto, D’Agostino ha risposto: “Diciamo subito una cosa: di tutti gli scoop che ho fatto, questo è il stato più piccolo”. Ha spiegato che il rapporto tra Totti e la moglie era problematico già da molto tempo prima che lui si ritirasse: “La loro storia era nota a tutti. Erano in crisi da almeno cinque anni”. Secondo D’Agostino, questo è un fenomeno che le celebrità devono affrontare quando si ritirano: “Si chiama celebrity hell. Quando si scompare in un click, questo provoca cose devastanti nella testa”. Ha detto che Totti e Di Segni sono saliti all’ascesa di Ilary, che è diventato un volto di punta di Mediaset mentre Totti ha perso popolarità.

Francesco Totti: ‘Non sono stato io a tradire per primo’

Molto probabilmente finirà ai calci di rigore e voleranno parecchi cartellini rossi, quelli delle espulsioni più pesanti. La separazione tra Francesco Totti e Ilary Blasi, una partita che sulle prime si pensava potesse essere quasi un’amichevole, si sta complicando parecchio.

Dichiarazioni velenose e ammissioni di tradimenti lasciano intuire che sfoglieremo nuovi capitoli dell’affaire che sta tenendo banco da luglio, quando l’eterno capitano della Roma e la conduttrice hanno siglato su comunicati distinti l’epilogo del loro amore durato vent’anni. A rompere la cortina del silenzio è stato Totti. È sceso in campo domenica 11 settembre e ha affidato al Corriere della Sera la sua verità, che noi qui riportiamo.

La sua versione di una tempesta che si è abbattuta sul rapporto che per tutti, tifosi e non, era una favola. «Le fiabe non esistono. Abbiamo avuto alti e bassi, come ogni coppia. Poi qualcosa si è rotto», ha detto. «Questa storia per me è carne e sangue. C’è di mezzo la mia vita. Ci sono di mezzo tre persone che amo più di me stesso: i miei figli, che voglio proteggere in ogni modo. E c’è un amore durato vent’anni. Tutto mi sarei aspettato, tranne che finisse così».

La ragione che l’ha spinto a parlare, a mettere da parte la sua proverbiale riservatezza, è la voglia di mettere le cose in chiaro e di farlo a modo suo. «Ho letto troppe sciocchezze, troppe bufale. In particolare una: che il colpevole della rottura sarei soltanto io. Che il matrimonio sarebbe finito per colpa del mio tradimento. Questo punto voglio chiarirlo: non sono stato io a tradire per primo». Poi ha dato una scansione temporale a ciò che è accaduto alla coppia più amata di sempre.

La crisi sarebbe esplosa nella primavera dell’anno scorso. Una ciliegina amara che arriva nella vita di Totti dopo un momento non semplice, che coincide con il lungo periodo che l’ha portato a dire addio al calcio. «Smettere non è facile. È un po’ come morire». Totti scende in campo per l’addio nel maggio 2017, davanti ai suoi tifosi, a tutta Roma in lacrime. Su quel terreno che lui conosce bene, a dargli sostegno ci sono anche i tre figli e la moglie.

Il campione sente l’affetto della gente, ha il volto segnato dalla commozione: avverte già che gli mancheranno i punti di riferimento di una vita. Non è profezia, è realtà. Dura realtà. Passano gli anni e per lui arriva un altro capitolo complicato, tragico da affrontare. È il 12 ottobre 2020. «È morto papà mio. Di Covid. Poi ho preso il Covid pure io, in forma violenta. È stato un periodo tremendo. Per fortuna c’erano i figli. Mia moglie, invece, quando avevo più bisogno di lei, non c’è stata.

Nella primavera 2021 siamo andati in crisi definitivamente. L’ultimo anno è stato duro. Non c’era più dialogo, non c’era più niente». Parole che non lasciano spiragli, le sue. Totti nell’intervista ha anche spiegato l’enigma della foto datata 4 dicembre 2021: è all’Olimpico e, dietro di lui, c’è Noemi Bocchi. Bionda, bella, alcuni la indicano come presunta fiamma. «Noemi non era allo stadio con me. Comunque è vero che la conoscevo già.

E la frequentavo come amica, con gli amici del padel. La nostra storia è iniziata dopo Capodanno. E si è consolidata nel marzo 2022. Ripeto: non sono stato io a tradire per primo». Butta un sasso nello stagno, ma ci tiene a precisare, a raccontare la sua verità, e lo fa con un calendario ben stampato nella memoria. Ricorda che a settembre dell’anno scorso iniziano ad arrivargli soffiate: «Guarda che Ilary ha un altro. Anzi, più di uno. Mi pareva impossibile. Invece ho trovato i messaggi. Le ho guardato il cellulare, non l’avevo mai fatto in vent’anni. Ho visto che c’era una terza persona, che faceva da tramite tra Ilary e un altro».

La terza persona sarebbe Alessia, l’amica e parrucchiera di Ilary. Ma del presunto “altro” Totti non rivela l’identità. «Sono girate voci in passato. Su di lei e su di me. Ma erano appunto voci. Qui c’erano le prove. I fatti. E questo mi ha gettato in depressione. Non riuscivo più a dormire.

Facevo finta di niente ma non ero più io, ero un’altra persona. Ne sono uscito grazie a Noemi». Quando escono su Dagospia le foto della dama bionda allo stadio e partono gossip e illazioni, Ilary chiede spiegazioni al marito. «Io ho negato, visto che speravo ancora di salvare tutto».

Francesco allora prende la palla al balzo e chiede alla moglie del presunto altro uomo. Lei nega. Poi dice che si erano incontrati per un caffè. «In realtà so che si erano conosciuti già nel marzo del 2021. E che lei ha frequentato lui e altri uomini un po’ troppo da vicino. Prima che nascesse la mia storia con Noemi», puntualizza al Corriere. Lanciando, così, una bomba incandescente in mezzo a un campo minato.

Ora tra lui e Ilary ci sono carteggi e avvocati e la possibilità concreta che finisca tutto in tribunale. Totti racconta un altro dettaglio: «Con suo padre è andata a svuotare le cassette di sicurezza, e mi ha portato via la mia collezione di orologi». Blasi per ora resta in silenzio. Dopo l’intervista al Corriere ha fatto sapere: «La tutela dei miei figli viene prima di tutto, ognuno è responsabile delle sue azioni». E qualcuno avrebbe anche lasciato intendere che lei stessa ha visto cose in questi ultimi anni tali da poter rovinare una cinquantina di famiglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.