Incendio in casa, morti tre fratelli di 12, 14 e 22 anni. Gravi mamma e papà e altri due bambini


Catanzaro è stata teatro di un incendio e di una tragedia la scorsa notte, in cui sono rimasti uccisi tre ragazzi di 22, 14 e 12 anni, mentre altri quattro sono rimasti feriti. Poco prima dell’1:30 del 16 marzo 1978, i vigili del fuoco sono stati chiamati in via Caduti del 16 marzo 1978 dopo aver ricevuto una segnalazione di un incendio in un appartamento al quinto piano. Sette persone si trovavano nell’edificio al momento dell’incendio, tra cui due che hanno riportato gravi ustioni e sono state trasportate agli ospedali di Bari e Catania. Le vittime sono tutte giovani: i loro corpi sono stati rinvenuti nell’abitazione durante le operazioni di spegnimento dell’incendio, mentre gli abitanti dell’appartamento vicino venivano evacuati.

I soccorsi

Diciotto vigili del fuoco e un ufficiale di soccorso stanno lavorando sul luogo dell’incendio, con il supporto di un’autobotte, un’autoscala, un carro autoprotettore e un telone pneumatico di salvataggio. Due squadre di vigili del fuoco sono impegnate nelle operazioni di soccorso, con il supporto di un’autobotte, un’autoscala, un carro autoprotettore e un telone pneumatico di salvataggio. Gli investigatori stanno attualmente indagando sull’origine dell’incendio.

Le vittime

Nell’incendio sono rimaste ferite cinque persone, tra cui quattro fratelli. Anche i genitori e altri due fratelli, una ragazza di 12 anni e un ragazzo di 16, sono rimasti feriti. La madre e la figlia sono state inviate ai centri grandi ustionati di Bari e Catania, mentre il padre e il fratello sono stati inviati all’ospedale di Catanzaro. Sembra che i tre fratelli siano rimasti intossicati dalle esalazioni del fumo. Il padre è un venditore ambulante e la madre è una casalinga. Le vittime sono italiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *