Kate Middleton oscura ancora una volta Harry e Meghan Markle


Alla fiumana di parole, accuse, lamenti e lacrime (e anche comprovate bugie, ahinoi) che il principe Harry e Meghan Markle hanno scagliato contro la famiglia reale, in particolare Catherine, prima, e poi William del Galles, re Carlo e, addirittura, la defunta regina Elisabetta, la Reale famiglia ha risposto con un sorriso: si è presentata unita alla tradizionale serata di canti delle feste, “Insieme a Natale”, organizzato per il secondo anno consecutivo da Kate del Galles nell’abbazia di Westminster e che è stato registrato per essere mandato in onda alla vigilia di Natale sul network privato Itv.

Unita e sorridente intorno al principe William, contro cui Harry ha scoccato il dardo più affilato a ora, (in attesa dell’autobiografia) ovvero l’accusa di averlo bullizzato, durante il quinto episodio del documentario in sei puntate di Netflix, Harry e Meghan. «È stato terrificante vedere mio fratello che mi urlava contro», ha dichiarato davanti alle telecamere il duca di Sussex, parlando del loro ultimo incontro prima della Megxit, a Sandringham, nel marzo 2020.

Per i commentatori meno catastrofici – per gli altri siamo di fronte alla tragedia, visto che cosa potrebbero causare le accuse di razzismo all’interno dei rapporti commerciali nel Commonwealth – si tratta dell’assalto alla monarchia più grave dai tempi dell’intervista tv di Lady Diana alla Bbc, nel 1995, durante la quale la principessa fece volare gli stracci contro l’inadeguatezza come futuro re dell’ex marito allora ancora principe del Galles. Anche Carlo, comunque, è stato preso di mira dal secondogenito, che lo ha accusato di «mentire», di inventare storie sul suo conto e distribuirle alla stampa per metterlo in cattiva luce.

Comunque, qualsiasi cosa stia succedendo dentro le mura reali, al di fuori l’ordine rimane lo stesso, e da decine e decine di lustri: “Keep calm and carry on”, “Restiamo calmi e andiamo avanti”. Quindi, alla serata di canti natalizi il principe del Galles, insieme con la moglie Catherine e i figli più grandi, i principini George e Charlotte, hanno indossato il loro sorriso più aperto e smagliante e lo hanno distribuito a tutti, raccogliendo non pochi “we love you”, “vi amiamo”, dai fan assembrati fuori dalla chiesa londinese. E non si sono solo visti scambi di sorrisi tra il principe William e il padre re, insieme con la matrigna, la regina consorte Camilla, ma anche le tenerezze tra Carlo e i nipotini, i principini George e Charlotte. Impensabile con Elisabetta II e Filippo sul trono.

E poi tanti anche i sorrisi accoglienti del resto della famiglia, delle principesse di York Beatrice ed Eugenia, con i rispettivi mariti, Edoardo Mapelli Mozzi e Jack Brooksbank; di Zara Phillips, figlia della principessa Anna, e il marito Mike Tindall, primo royal a prendere parte a un reality show (la versione inglese de L’isola dei famosi); di Sophie di Wessex, senza il marito, il principe Edoardo, e di lady Sarah Chatto, unica nipote di Elisabetta II nonché madrina di Harry, e degli altri Windsor.

Una ventina, circa, in tutto. Durante il servizio in chiesa il principe William ha anche letto un estratto del messaggio di Natale del 2012 della regina Elisabetta, al cui ricordo era dedicata la serata, sull’importanza dell’unità e dell’offrire, invece che del ricevere. Insieme con la famiglia reale c’erano più di 1.800 persone nell’abbazia ad ascoltare i cantanti che si sono avvicendati. Contro la baraonda che le dichiarazioni forti, a tratti deflagranti, che hanno lanciato i duchi di Sussex contro la famiglia di lui via documentario (per il quale sono stati pagati circa 100 milioni di euro), la Family ha quindi deciso di rispondere con il silenzio.

E questo malgrado sia in patria sia negli Stati Uniti c’è chi sta chiedendo da giorni al sovrano di rispondere pan per focaccia alle accuse, molte delle quali ritenute false poiché fondate su menzogne. I difensori della coppia, che non sono pochi, soprattutto tra i giovani, sostengono che i duchi hanno pieno diritto di dare la loro versione dei fatti su quanto è successo prima e dopo la Megxit, cioè la fuoriuscita di Harry e Meghan dalla Corte. Il resto del mondo dice che il documentario è, in realtà, un reality show, a tratti noioso, a volte ben fotografato, in cui si sente solo una campana, la loro, che spesso si contraddice con quanto avevano già dichiarato precedentemente.

Naturalmente in patria la docuserie e i duchi di Sussex sono stati demoliti; il partito avverso a Harry, quello che non vuole più che il principe abbia i suoi preziosi titoli royal (appetibili per il mercato) sta crescendo a dismisura, secondo i sondaggi. Anche la stampa americana, che sulle prime aveva mostrato una certa comprensione e anche simpatia per la coppia, all’uscita delle ultime tre puntate di Harry e Meghan, ha preso le distanze, con alcuni commentatori dei grandi network tv che si sono definiti “interdetti” per le posizioni prese dalla coppia nei confronti della famiglia reale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *