La mamma mangia ostriche mentre è incinta e il neonato finisce in terapia intensiva

37

Il bambino sarebbe stato infettato da una malattia estremamente rara attraverso la madre. Una donna che ha mangiato crostacei e ostriche in un ristorante di Prato mentre era incinta ha dato alla luce un bambino con un raro tipo di infiammazione e meningite, con conseguente trasferimento immediato nel reparto di terapia intensiva. Il bambino è stato portato in terapia intensiva dopo appena dieci giorni di vita dal ricovero, secondo una nota del Centro regionale toscano per le malattie infettive (Ausl Toscana).

Secondo la nota, il bambino è stato trasferito nel reparto di terapia intensiva poco dopo la nascita, poiché ha manifestato sintomi significativi che sono stati poi collegati a un’infezione molto rara da Plesiomonas shigelloides, causata da una tossina alimentare. Si tratta del caso di una donna pratese che aveva mangiato crostacei e ostriche in gravidanza.

Secondo la ricostruzione dei funzionari sanitari, la madre ha mangiato crostacei e ostriche crude in un noto ristorante cinese pochi giorni prima del parto. Poiché le tossine del Plesiomonas derivano spesso dal consumo di ostriche, i funzionari sanitari sono stati allarmati dalla presenza di ostriche contaminate in un ristorante di Pechino, che è stato giudicato in condizioni “molto gravi” dal punto di vista della sicurezza alimentare e della salute. Oltre a ispezionare la cucina e le aree di stoccaggio, sono stati sequestrati 500 chilogrammi di cibo, alcuni dei quali di origine sconosciuta. Pesce e verdure erano conservati in modo improprio.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.