La Storia di Vangelis chi è: età vero nome, causa morte, padre, madre, moglie, figli, compositore

Il suo nome è Evangelos Odysseas Papathanassiou ed è nato 75 anni fa in Grecia. Naturalmente, il suo nome è troppo complicato da ricordare, motivo per cui è conosciuto come Vangelis. E quel soprannome è associato alla musica elettronica e alle colonne sonore di film famosi, come Blade Runner e Chariots of Fire.

La sua specialità è sempre stata la musica elettronica, ma non quella che si sente nelle discoteche o nei grandi festival emersi dagli anni Novanta (con i primitivi rave). Il suo periodo di proiezione sono gli anni Settanta e la sua arte è più legata alla musica accademica, perché inizia con la sua abilità di pianista e il suo interesse per le avanguardie consolidate attraverso l’uso di suoni sintetizzati. È così che è diventato l’autore di grandi successi che hanno suonato fino allo sfinimento, e che hanno avuto come piattaforma di espansione a diversi film e cicli televisivi. Sono all’interno del grande sountrack sonoro della vita di coloro che oggi hanno più di quarant’anni.

Un grande musicista, la cui produzione compositiva ha cessato di essere al suo apice qualche decennio fa. Tuttavia, i suoi vecchi capolavori sono ancora musica di prim’ordine. Particolarmente raccomandati sono Mask, Soil festivities, Invisible connections (su Deutsche Grammophone!) e Opera Sauvage, la tetralogia che dimostrerà in futuro che, sebbene perso lungo la strada, è stato uno dei migliori compositori europei del suo tempo. Sebbene il suo eccessivo tocco ingenuo lo abbia fatto invecchiare molto rapidamente, la colonna sonora di Chariots of Fire è ancora bella. E da una prospettiva più pop, anche gli album con Jon Anderson (cantante degli Yes) sono stimabili. Dal 1985 in poi, tutto mediocre, cattivo o molto cattivo. Compatire.

Vangelis è nato il 29 marzo 1943 a Volos, in Grecia.

Figlio di un pittore e di un cantante.

Compositore

Quando aveva sei anni eseguì le sue composizioni in pubblico.

Fin da giovanissimo coltivò l’esplorazione sonora e le nuove tecnologie legate, tanto da forgiarsi nel mondo musicale greco una buona reputazione come tastierista elettronico, ponendosi all’avanguardia musicale dell’epoca, divenne nei primi anni ’60 con il suo gruppo Formynx uno dei primi musicisti greci a fare rock.

Musicista

Nel 1968 Vangelis si recò a Parigi e insieme a Demis Roussos e Loukas Sideras, formò Aphrodite’s Child, pubblicando Rain and Tears (1968), Aphrodite’s Child (1969), It’s Five O’clock (1969), Best of Aphrodite’s Child (1969) e 666 (1970). Successivamente, il trio si sciolse.

Canzoni

Vangelis · ha registrato Poème SymphoniqueFair Que Ton Reve Plus Longue Que La Nuit (1971) e l’album Earth (1973), la sua prima composizione solista.

Ha incontrato Frédéric Rossif (regista francese), per il quale ha realizzato diverse canzoni, come Cantique des Créatures, insieme a una serie di film sulla natura: Apocalypse Des Animaux (1972) la cui seconda canzone dell’album: La Petite Fille De La Mer, ha registrato La Fête Sauvage (1976), Opera Sauvage (1979) e Sauvage et Beau (1988).

Si trasferisce a Londra nel 1974, dove fonda il proprio studio musicale e produce Heaven and Hell (1975), Albedo 0.39 (1976), Spiral (1977), Beaubourg (1978), China (1979) e See You Later (1980).

Ha lavorato con Socrate in Phos (1976) e Demis Roussos in Magic (1977). Ha composto con il cantante Jon Anderson con il quale ha pubblicato diversi LP come Olias of Sunhillow (1976), Short Stories (1979), The friends of Mr. Cairo (1981), Private Collection (1983) e The best of John and Vangelis (1984).

Carri di Fuoco

Vangelis ha ricevuto un Oscar per la colonna sonora di Chariots of Fire (1981).

Colonne sonore

Per il cinema ha anche composto: Bladerunner (1982), Missing (1982), Antarctica (1983) e Mutiny on the Bounty (1984).

Altri lavori sono: Soil Festivities (1984), Invisible connections (1985) (opera sinfonica), Mask (1985) (opera sinfonico-corale) e Direct (1988).

Nel 1990 esce The City e poi la colonna sonora di 1492 Conquest of Paradise (1992).

Ha lanciato Voices and Portraits nel 1995. Il suo lavoro successivo è stato Oceanic (1996), poi Gift (1996). Nel 1999 apparve una compilation, Reprise 1990-1999, con alcune delle sue canzoni del decennio.

Nel 2008, Vangelis ha composto tre brani musicali, intitolati SanctusIn Aeternitatem e Humanum Est, per un film documentario su Giovanni Paolo II.

Ha formato un duo con la cantante e attrice Irene Papas e ha pubblicato gli album Odes e Rapsodies nel 1979, dedicati al recupero delle sonorità del folklore tradizionale ellenico.

Ha presentato nel 2005 la colonna sonora di Alessandro MagnoAlexander), di Oliver Stone, un’opera ambiziosa in cui il suo suono si mescola a quello di un’orchestra sinfonica.

Nel 2007 realizza la colonna sonora di El Greco, una coproduzione ispano-greca sulla vita e l’opera del pittore che le dà il titolo.

Ha collaborato con Montserrat CaballéMelina MercouriClaudio BaglioniRichard Anthony e l’attore Sean Connery (che nel singolo Itaca recita l’omonima poesia di Cavafis).

Il 25 gennaio 2019, pubblica l’album in studio, Nocturne: The Piano Album, con nuove e vecchie composizioni eseguite con pianoforte a coda. Il 24 settembre 2021, ha presentato Giunone a Giove, insieme al soprano Angela Gheorghiu.

Morte

Vangelis è morto il 17 maggio 2022 in Francia per complicazioni da COVID-19.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.