L’acquisto di PS5 è impossibile, quindi Sony continuerà a produrre PS4 per soddisfare la domanda

È il 2022, ma stiamo ancora soffrendo dei problemi del 2021 con i giochi in ritardo e la carenza di nuove console che rendono impossibile l’acquisto di una PS5. Secondo Bloomberg, Sony aveva pianificato di cessare la produzione di PS4 alla fine dello scorso anno, ma ha deciso di estendere i contratti con i suoi partner per produrre un milione di Play Station 4 nel 2022. Il motivo? Alleviare la domanda di console di fronte alle difficoltà nella produzione e nella vendita di PS5.

Ai suoi tempi ti abbiamo fatto una guida con tutti i nostri consigli per acquistare una PS5, qualcosa che si sta rivelando anche molto complicato all’inizio del 2022. Infatti, qualche giorno fa abbiamo parlato anche delle difficoltà di acquistare una PS5 o una Xbox Series X a causa della crisi dei semiconduttori. Questa nuova informazione arriva ad abbassarci ancora di più, perché sembra che la cosa non sarà risolta esattamente rapidamente.

Ecco perché Sony investirà 500 milioni di dollari per creare una nuova fabbrica di chip in Giappone che finirà per costare circa 7.000 milioni. Non dipendere dall’industria cinese sembra la chiave per superare la crisi e, soprattutto, non ripeterla in futuro. È qualcosa che molte altre aziende e persino i governi stanno facendo.

Il fatto è che è molto più facile produrre una PS4 che una PS5 a causa del tipo di componenti che utilizza. È lo stesso motivo per cui possiamo acquistare facilmente una Xbox Series S, ma non una Xbox Series X, che utilizza componenti che oggi sono molto più scarsi. Inoltre, Bloomberg assicura anche che Sony ha raggiunto questo accordo con i suoi fornitori per “mantenerli felici” e garantire un buon rapporto che le consenta di negoziare meglio per produrre più PS5 quando possibile.

Basta dare un’occhiata al cambiamento di politica di Sony per capire quanto sia importante questa crisi nella produzione di PS5. Per cominciare, molti giochi che avrebbero dovuto essere esclusivi della nuova console hanno finito per essere titoli intergenerazionali che verranno rilasciati anche su PS4, come Gran Turismo 7, Horizon Forbidden West e God of War: Ragnarok, tra gli altri.

Un altro dettaglio che sembra essere strettamente correlato a tutto questo è la possibilità, a lungo vociferata, che Sony presenti il proprio servizio in abbonamento nello stile del Game Pass di Microsoft. In effetti, Sony sta ritirando le carte prepagate playStation Now dai negozi del Regno Unito, il che potrebbe essere un segno che la presunta fusione tra PS Plus e PS Now sta per arrivare.

Questa stessa strategia sta funzionando nel lusso per Microsoft, che sta vendendo la sua nuova Xbox Series S (l’unica che può produrre con una certa facilità) come metodo economico con tocchi di nuova generazione per godere di un catalogo di giochi davvero impressionante grazie a Game Pass.

Se Sony continua a produrre PS4 durante il 2022 e la mette in vendita insieme a un pacchetto con 1 anno di accesso al suo nuovo servizio di abbonamento per godere di quei giochi intergenerazionali che i più fortunati giocheranno su PS5 sicuramente peta.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.