Lascia cane in auto al caldo per oltre un’ora, l’animale trovato sofferente tra il vomito: denunciata

93

Per fare delle commissioni, la donna non ha rinunciato a portare con sé il suo cagnolino. Tuttavia, quando è arrivato sul posto e lo ha lasciato in auto per più di un’ora, ha rischiato di morire tra atroci sofferenze. Protagonista della vicenda è una donna calabrese, che ora è stata denunciata a piede libero dalla polizia locale di Reggio Calabria e deferita all’autorità giudiziaria per maltrattamento di animali.

Gli agenti della polizia di Reggio Emilia hanno risposto a una segnalazione di un cane in difficoltà dopo che un passante aveva notato un’auto parcheggiata al sole con i finestrini alzati e il motore spento. La polizia ha accertato che la storia era vera e ha rintracciato il proprietario, che è stato identificato in pochi minuti.

La donna si è precipitata verso l’auto dopo aver sentito i lamenti del cane e ha aperto la portiera, permettendogli di fuggire. Questo intervento compassionevole è stato fondamentale perché, secondo la polizia, il cane stava soffrendo molto. Aveva vomitato all’interno dell’auto, che era diventata insopportabilmente calda dato che le temperature esterne hanno raggiunto i 35 gradi Celsius [95 gradi Fahrenheit]. L’animale, un meticcio, probabilmente si riprenderà nonostante le gravi ferite riportate a causa della permanenza nell’abitacolo. Il proletario è stato accusato di maltrattamento di animali dopo che le autorità hanno completato le verifiche del caso.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.