Morto Aldo Balocco, presidente onorario dell’azienda dolciaria e papà del Mandorlato

13

Si è spento all’età di 91 anni Aldo Balocco, fondatore dell’azienda dolciaria piemontese Mandorlato. Il suo dolce-simbolo, il “Mandorlato”, è stato creato sotto la sua direzione. I suoi due figli, Alberto e Alessandra, continueranno l’attività di famiglia.

Nel 1949, Aldo affiancò il padre Francesco Antonio nella gestione della pasticceria di famiglia a Fossano, Cuneo, che aveva fondato nel 1927. Nonostante la madre sia morta di parto, Aldo è stato cresciuto dal padre commercialista. Dopo aver conseguito il diploma di ragioneria nel 1949, guidò la trasformazione di un negozio artigianale in un’industria.

Oltre a guidare Balocco, Aldo inventa il “Mandorlato”, il dolce-simbolo dell’azienda, e l’azienda produce il suo primo spot pubblicitario, trasmesso nell’ambito del programma televisivo di successo Carosello, con le gemelle Kessler.

Secondo il sito ufficiale, Balocco è diventato uno dei marchi più significativi del Made in Italy, distribuendo in 67 nazioni. Nel 2017, l’azienda ha generato un fatturato di 185 milioni di euro, con un patrimonio netto di oltre 56 milioni di euro, come si legge sul sito ufficiale.

Nel 2010, l’allora Presidente Giorgio Napolitano ha premiato Aldo Cavaliere del lavoro, vedovo dal 2015, con due figli, Alberto e Alessandra, che oggi dirigono l’azienda di famiglia. Il padre di Aldo è morto nel 1994 all’età di 91 anni. I funerali si terranno lunedì 4 luglio alle ore 10 presso la Cattedrale di Fossano, dove sarà sepolto.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.