Perde la bimba durante il travaglio, i genitori denunciano l’ospedale: aperta un’inchiesta

18

L’autopsia è stata disposta l’11 luglio dalla Procura di Como dopo la nascita di una bambina nata morta all’ospedale Sant’Anna per capire cosa possa essere successo. Il padre voleva sporgere denuncia.

I genitori della bambina nata morta all’ospedale Sant’Anna di Como chiedono spiegazioni. La bambina è morta durante il travaglio: la madre, infatti, ha partorito un bambino senza vita. La gravidanza era stata tranquilla: non c’erano state sofferenze o problemi. Sabato 9 luglio si sono rotte le acque e la donna è stata ricoverata al pronto soccorso.

Dopo la visita, la bambina è stata portata nel reparto maternità, dove è stata monitorata fino a lunedì, quando non è stato rilevato il battito cardiaco. Il padre ha poi denunciato il fatto ai Carabinieri di Mariano Comense e il caso è finito in Procura a Como.

Il procuratore Maria Vittoria Isella è a capo delle indagini, che al momento si concentrano su persone sconosciute. Durante l’autopsia, che avrà luogo a breve, i pubblici ministeri cercheranno di determinare cosa è successo e cosa ha causato la morte della bambina.

La famiglia vive ad Arosio, un piccolo paese in provincia di Como. L’ufficio stampa dell’Ospedale Sant’Anna, che ha espresso le condoglianze alla famiglia e la sua vicinanza, ha dichiarato: “Poiché la morte del bambino è apparsa senza spiegazione, il personale in servizio, l’Unità Operativa di Ginecologia-Ostetricia e la direzione sanitaria hanno immediatamente richiesto gli esami necessari per determinare la causa del decesso”. A causa della stretta riservatezza su questo caso, è possibile fare luce su di esso.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.