Precipita dal terzo piano di Banca Intesa: morto a 56 anni. Nessun biglietto d’addio

32

Un uomo di 56 anni della cittadina di Jesi, in Italia, si è ucciso lanciandosi da una finestra del suo ufficio al terzo piano della sede di Banca Intesa. Una guardia giurata ha scoperto il suo corpo senza vita all’interno del cortile della sede dell’Esagono-Banca Intesa. I sanitari del 118 sono accorsi sul posto ma era troppo tardi: l’uomo era già morto per le ferite riportate.

È intervenuta anche la polizia, che ha redatto un rapporto scritto sul suicidio e ha cercato di capirne le ragioni. L’uomo, che era tornato da poco al lavoro dopo alcuni giorni di ferie, non ha lasciato alcun biglietto d’addio: era sposato e aveva un figlio. Una tragedia immensa per la sua famiglia e per tutti coloro che lo conoscevano. Tutti i colleghi e gli amici sono rimasti sotto shock per quanto accaduto questa mattina.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.