Ragazzina chiama in lacrime i carabinieri e salva la mamma: “Correte, papà vuole ucciderla”

17

Un’adolescente di 15 anni ha salvato la madre dall’aggressione del padre. La ragazza, che vive a Bologna, ha telefonato alla polizia e ha chiesto l’intervento immediato di una volante. Ha detto:”Papà vuole uccidere la mamma e la sta picchiando”.

Una ragazza adolescente residente a Bologna ha fatto una telefonata al 112 sabato e ha detto all’operatore che il padre voleva uccidere la madre. La polizia è arrivata sul posto e ha arrestato l’uomo.

Quando le forze dell’ordine sono arrivate nella casa dei Bolognesi dove si stava consumando la violenza, hanno assistito a una scena inequivocabile. Era presente anche la figlia più piccola, di soli 12 anni. A suon di sirene, hanno raggiunto l’appartamento pochi minuti dopo. L’uomo ha opposto resistenza all’arresto e ha rovesciato i mobili sul pavimento. In stato di agitazione, ha minacciato più volte di uccidere la sua convivente di 48 anni prima di essere arrestato.

Un’indagine della polizia ha stabilito che la donna, che si sarebbe intromessa per conto della figlia 15enne, rimproverata dal padre, è stata gettata a terra e aggredita con calci e pugni. La donna si è quindi barricata nella sua stanza e ha chiamato la polizia, chiedendo l’arrivo tempestivo di una volante.

L’uomo è stato arrestato dopo aver minacciato la moglie davanti agli agenti di polizia. Ha gridato: “Voglio ucciderla, poi me ne vado dall’Italia”, prima di essere scortato via. La donna è stata portata in ospedale per tutti gli esami necessari. I medici hanno riscontrato diverse contusioni che guariranno in dieci giorni.

Sono state sottoposte ad accertamenti anche le due figlie adolescenti della vittima: fortunatamente nessuna delle due ha riportato ferite.

L’uomo è stato bloccato dalle forze dell’ordine e arrestato in flagranza di reato.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.