Ragazzino di 13 anni accoltellato al pube a Napoli durante una partita di calcetto

18

Una rissa scoppiata durante una partita di calcio nel centro di Napoli ha provocato una ferita da taglio al pube a un ragazzo di 13 anni; indagano i Carabinieri.

Ieri sera, nel centro di Napoli, è scoppiata una rissa tra giovani che ha provocato l’accoltellamento di un ragazzo di 13 anni al pube. L’episodio è ancora in fase di approfondimento, ma sarebbe avvenuto in via Acton durante una partita di calcio, dove i giovanissimi stavano litigando. Il 13enne non era in pericolo di vita: è stato medicato e dimesso con una prognosi di otto giorni dopo le cure. Un uomo è stato portato all’ospedale Pellegrini intorno alla mezzanotte, e lì i sanitari hanno allertato le forze dell’ordine per un ferito. Un ragazzo di 13 anni è stato accompagnato per una ferita al pube, causata probabilmente da una coltellata. La lama non è entrata in profondità e ha causato pochi danni. I militari della Compagnia Centro sono intervenuti sul posto e la vittima è stata interrogata.

Il racconto del ragazzo è in corso di esame. Non è stato in grado di identificare l’aggressore; tutto ciò che sapeva era che era stato tagliato in Acton Street mentre assisteva a una partita di calcio. Giocatori e spettatori si sarebbero azzuffati e uno di loro, a lui sconosciuto, avrebbe improvvisamente estratto una lama e lo avrebbe colpito. Gli investigatori militari stanno anche esaminando le telecamere situate nei pressi di Acton Street, che potrebbero aver registrato la fuga dei ragazzi dopo il ferimento e fornire informazioni cruciali.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.