Riccione, Giulia e Alessia Pisanu investite e uccise dal treno: le due sorelle avevano 17 e 15 anni

120

Due sorelle, Giulia e Alessia Pisanu, sono morte questa mattina investite dal treno Frecciarossa diretto a Milano a Riccione. Le due ragazze, entrambe minorenni, avevano diciassette e quindici anni.

Giulia e Alessia Pisanu, rispettivamente di 17 e 15 anni, sono le due sorelle morte questa mattina a Riccione. Le ragazze sono state investite da un treno in stazione in circostanze ancora da chiarire. Vivevano con la famiglia a Madonna di Castenaso, dove il padre è titolare di una ditta di traslochi.

GIULIA E ALESSIA MORTE A RICCIONE: IL RICORDO DEL SINDACO DI CASTENASO

«Ci è arrivata la conferma che non avremmo mai voluto: le due giovani sorelle travolte da un treno a Riccione sono, purtroppo, nostre concittadine. Siamo senza parole davanti a questa tragedia cosi difficile da capire e da accettare e proviamo un dolore incolmabile», scrive il Comune di Castenaso guidato dal sindaco Carlo Gubellini. «È un grande dolore per tutta la comunità», dice il primo cittadino all’ANSA. «L’intera comunità di Castenaso si stringe attorno ai genitori, ai familiari, agli amici: Giulia e Alessia, che la terra vi sia lieve. Siete volate via troppo presto».

Riccione, il testimone: «Ho urlato ma è stato inutile»

Il dramma si è consumato poco prima delle 7 di questa mattina. Uno dei testimoni del dramma non riesce a darsi pace. «Una delle due ragazze non mi sembrava in sé. Le ho viste andare verso il binario 2, dove c’era il treno fermo per Ancona. Ho iniziato subito a gridare, insieme ad altre persone che aspettavano il treno» – racconta l’uomo al Corriere di Romagna – «Poi ho sentito un fischio del treno che andava verso Milano, sul primo binario e un grande botto. Non ho capito più nulla e tutta la gente si è messa a urlare».




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.