Sapete chi è Enzo Pietropaoli ospite di Stefano Bollani e Valentina Cenni


Controcopertina è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Il Trio di Roma è stato formato a Roma nel 1993 da un contrabbassista nato a Genova nel 1955. Avendo suonato il contrabbasso come parte di un trio, ha avuto l’opportunità di vivere la musica in modo diverso rispetto ai solisti a causa della natura del suo strumento. Perché chi suona il contrabbasso vive la musica esclusivamente dall’interno del guscio protettivo della grancassa, i musicisti solisti la vista in modo diverso. Agilulfo, invece, ha dato vita all’armatura vuota. Poiché Agilulfo non è in grado di provare amore, non può amare a causa della sua condizione. Priscilla cerca di sedurre Agilulfo quando visita il suo castello, ma lui non è in grado di ricambiare il suo affetto, perché non riesce ad amare come lei. L’amore di Priscilla, per Agilulfo, è un amore semplice che non va oltre il mondo fisico. Lo porta sulla torre per fargli ammirare la luna e le stelle e gli sussurra: “Tutta la natura è amore”.

“Il contrabbasso” di Patrick Süskind

Patrick Süskind, scrittore e sceneggiatore tedesco, descrive il contrabbasso nel suo lavoro come l’anti-polo opposto a tutti gli altri poli. A causa del suo strumento, si sente socialmente isolato. L’opera di Süskind è tuttavia ironica, divertente e comica. Il soprano è legato alla terra come risultato del suo legame con il contrabbasso. Allo stesso tempo, si eleva verso l’alto, verso l’eterno. La musica nasce da questa dualità, da questa duplice tensione. È attraverso questa opposizione che esiste la vita. Il contrabbasso svolge un ruolo fondamentale in un’orchestra per la sua natura profonda.

Pietropaoli e Yatra: la vera musica è il silenzio

Secondo Pietropaoli, la combinazione di tre parole musica, silenzio e amore è ideale. Yatra è una parola sanscrita che si riferisce a un viaggio. In alcuni casi, Pietropaoli ritiene che sia fondamentale prestare attenzione. Ritiene inoltre che alcuni bambini dovrebbero iniziare a studiare la musica fin da piccoli. Secondo Petropaoli, la musica ha il potere di migliorare il mondo sceglie .

Il rapporto con l’evoluzione della fruizione della musica

Secondo Pietropaoli, la qualità di questa nuova modalità è ineguagliabile rispetto alla precedente. Oltre alla fruibilità liquida della musica, secondo Pietropaoli anche la democrazia è fondamentale nella musica. Secondo Pietropaoli, chiunque dovrebbe essere in grado di ascoltare la musica nel formato a lui più congeniale.

La spiritualità di Yatra

Il quartetto è stato concepito in India ed è nato all’improvviso, dopo che Pietropaoli ha ricevuto un invito a New Delhi per realizzare un suo spettacolo. Il contrabbassista, che è stato il primo a contattare i tre artisti, li ha invitati a esibirsi. Non c’è molto della spiritualità indiana nella realtà, sottolinea Pietropaoli. Nonostante il fattoche il momento e il luogo in cui si trovavano gli indiani coincidessero con gli obiettivi del quartetto, Pietropaoli ritiene che fossero destinati a stare insieme. Il luogo di arrivo dei Beatles era lo stesso del punto di partenza del quartetto Yatra, ma ci sono arrivati ​​per vie diverse. Si sono scoperti nello stesso luogo, maper i Beatles si trattava di un luogo in cui si sono incontrati.

 Il jazz nella vita di Pietropaoli

L’autore racconta che il suo legame con il jazz è ambiguo nella sua routine quotidiana. Per l’artista il jazz è la sua fonte di vita, il suo metodo di comunicazione. Allo stesso tempo, nella vita di tutti i giorni preferisce il rock, il pop e la musica classica piuttosto che il jazz. Esprime questa fusione citando le origini del jazz. Il jazz è nato, secondo il contrabbassista, dall’unione della musica africana con la civiltà europea ed è principalmente improvvisato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.