Sapete chi è Wilma Helena Faissol moglie di Francesco Facchinetti? Ecco quanti figli hanno


Far parte di una famiglia allargata non è mai facile, perché spesso fa emergere domande irrisolte. Tuttavia, ci sono delle eccezioni, ea volte le persone sono in grado di recuperare il tempo perduto con i loro figli e gli ex coniugi. È il caso di Francesco Facchinetti, che è riuscito a mantenere un rapporto stretto con Alessia Marcuzzi, madre della sua prima figlia Mia, ea volte si incontrano in occasioni speciali come il Natale. Infatti, ogni anno amano organizzare quello che chiamano “Natalino”, un’occasione per ritrovarsi e farsi gli auguri. E non mancano i figli avuti da precedenti relazioni.

La modella brasiliana Wilma Helena Faissol e il figlio di Roby, Francesco hanno dato il benvenuto a figlia una, Lavinia, nel 2009. La coppia si è sposata nel 2004 e ha un altro figlio, Leone. I due sono orgogliosi della bella famiglia allargata che sono riusciti a ricreare, come è emerso qualche mese fa in occasione del 10° compleanno di Mia, che hanno festeggiato tutti insieme.

La nostra grande famiglia, quasi al completo per festeggiare il decimo compleanno di Mia – ha scritto Facchinetti -. E’ abbastanza comica la cosa, perché nella stessa stanza ci possiamo essere io, mia moglie, mio padre, la seconda moglie di mio padre, mia mamma, la mia ex fidanzata, il suo attuale compagno e il padre del primo figlio della mia ex fidanzata. Andiamo tutti d’amore e d’accordo! Sono cose che possono succedere, le persone adulte e mature devono sapere mettere da parte i dissapori e le negatività e pensare al bene dei propri figli“.

Figlio del famoso musicista Roby Facchinetti, volto di Winnie the Pooh in Italia, è nato a Milano nel 1980. Inizialmente ha cercato di seguire le orme del padre con la musica – famosa è la sua La canzone del capitano – poi ha provato con la televisione e la radio. Si è trovato a mettere sul tavolo molte cose che aveva dentro. Poi ha capito che il suo posto era a metà strada tra l’arte e il management. Non può definire un artista, ha detto al Corriere della Sera; gli artisti vivono in una dimensione particolare, che permettono loro di toccare certe vibrazioni. È una cosa molto pragmatica, che ciò accade si lascia coinvolgere. L’arte è fatta di onde, montagne russe, ricerca spastica di emozioni. Lui è più quadrato: il suo lato artistico oggi è appagato da chi lo aiuta a fare quello che lui non sa fare”.

Recentemente, a Radio105, Facchinetti si è rifiutato di parlare del caso Totti-Ilary e ha lasciato lo studio dove si trovava con i suoi colleghi. “Piuttosto che parlare di Totti e Blasi rischio il posto”, ha detto. In seguito ha spiegato l’accaduto sui social media: “Non volevo parlare della questione non perché ho qualcosa contro di loro, ma perché non voglio parlare dei fatti degli altri. So che è un argomento di attualità e di costume ma non me ne frega niente”.

Non posso negare che Riccione sia cambiata e non dobbiamo negarlo. Non ci sono più famiglie che vanno a divertirsi, non è sicuro e se vi dico che non ci vado più con i miei figli la sera perché potrebbe succedere qualcosa, vi dico una cosa oggettiva. La gente ci va per divertirsi, ma ora dopo le 18 bisogna avere paura quando si cammina sul lungomare perché ci vogliono i manganelli. La Riccione di Cecchetto non esiste più, spero che torni al suo antico splendore insieme a Claudio che so che sta lavorando per questo obiettivo e per rimettere in piedi la grande Riccione; nel frattempo spero che Riccione torni presto al suo antico splendore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.