Trovata morta in casa Laura Cristofanelli, aveva 41 anni e lavorava nella moda

56

La morte di Laura Cristofanelli, avvenuta a Mogliano, ha suscitato profondo dolore e profonda commozione. Un malore ha stroncato la donna di 41 anni nella sua casa di Bologna. La notizia ha suscitato profondo dolore e profonda commozione a Mogliano.

Lunedì sera la donna aveva detto alla madre di non sentirsi bene. I genitori sono partiti immediatamente da Mogliano per raggiungere Bologna dopo non essere riusciti a contattarla la mattina seguente.

Hanno provato a suonare il campanello più volte, ma non hanno ottenuto risposta, così hanno chiamato i vigili del fuoco. Quando la porta d’ingresso è stata aperta, hanno trovato il corpo della figlia. Dopo vari tentativi, hanno chiamato nuovamente i vigili del fuoco. È stato riferito che la donna, 41 anni, è morta per un malore nella sua casa di Bologna.

Laura lavorava come casting director per un’agenzia di moda nel centro storico di Bologna. Era la maggiore di tre figli, oltre ai genitori Giorgio e Federica.

Il ristorante Pompei a Macina, un piccolo paese vicino a Pompei, era un locale di grande successo gestito dalla sua famiglia per generazioni. La chiesa di San Gregorio Magno a Mogliano terrà una cerimonia funebre venerdì alle 16. La casa funeraria della Croce Verde Servizi, in contrada Chienti a Sforzacosta (frazione di Chienti), sarà aperta giovedì alle 18 per allestire la camera ardente.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.