Trovato il corpo del bambino di otto anni disperso in mare

19

È stato ritrovato un corpo vicino a una scogliera il bambino di otto anni scomparso questa mattina nel mare di Fano dopo aver fatto il bagno con il padre, poi annegato, e il fratello di 13 anni, portato in ospedale. Le operazioni di recupero sono state effettuate dai vigili del fuoco e dalla Guardia Costiera.

Mentre faceva il bagno con i figli, di otto e 13 anni, vicino agli scogli, l’uomo sembra aver battuto la testa e ha perso conoscenza prima di essere ritrovato. La vittima è stata soccorsa e trasportata in ospedale, ma il ragazzo più giovane non è stato ritrovato. A causa di questo incidente, sono state avviate le ricerche da parte della Guardia Costiera di Pesaro. A dare l’allarme sarebbe stata la moglie della vittima. Sono stati inviati un elicottero e i sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Bologna.

I forti venti e le cattive condizioni del mare sarebbero all’origine dei fatti. Una bandiera rossa sventolava questa mattina, intorno alle 7:30, quando la famiglia si è recata in spiaggia. Sconsigliava di fare il bagno a causa dei forti venti e delle cattive condizioni del mare. Il genitore e i suoi due figli sono entrati comunque in acqua, ma sono stati travolti dalle forti correnti e dalle onde alte e non sono riusciti a tornare a riva.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.