Chi era Giovanni Falcone? Causa morte, attentato, moglie e figli


Giovanni Salvatore Augusto Falcone, nato il 18 maggio 1939 a Palermo, è stato un appassionato magistrato italiano che ha dedicato la sua vita alla lotta contro la mafia in Italia e altrove. Insieme ai suoi colleghi e amici Rocco Chinnici, Antonino Caponnetto e Paolo Borsellino, Falcone è stato una figura eroica nella lotta contro la criminalità organizzata.

Il 19 luglio 1992, il giorno fatidico della strage di Capaci, Falcone stava tornando a Palermo da Roma. Era scortato da tre Fiat Croma blindate, con la moglie sul sedile del passeggero e Giuseppe Costanza sul retro. Le auto, con le loro scorte, stavano procedendo verso Palermo quando, alle 17.58, Giovanni Brusca fece esplodere una carica di cinque quintali di tritolo nei pressi dello svincolo di Capaci. Tutti gli agenti della prima auto di scorta rimasero uccisi e Falcone morì mentre veniva portato in ospedale. Anche la moglie, Francesca Morvillo, morì quella notte, mentre i tre agenti della seconda auto di scorta rimasero feriti. Miracolosamente, l’autista Costanza, che era nella stessa auto del giudice, rimase illeso. La devastante Strage di Capaci causò la morte non solo del magistrato Giovanni Falcone, ma anche di sua moglie e dei tre agenti di scorta Rocco Dicillo, Vito Schifani e Antonio Montinaro.

Moglie, figli

Giovanni Falcone si è tragicamente unito all’amata moglie, il magistrato Francesca Morvillo, nel 1986.

I due si sono subito innamorati quando si sono visti per la prima volta nel 1979.

Nonostante la separazione, decisero di andare a vivere insieme nel 1983, mentre erano ancora in attesa del divorzio ufficiale dai loro precedenti partner. Con una forte passione l’uno per l’altra, hanno scelto di fare il grande passo e di iniziare la loro nuova vita insieme.

Di Rita Bonnici, la prima moglie di Giovanni Falcone, si sa ben poco, se non che, dopo la fine della loro relazione, impalò il procuratore Cristoforo Genna per vendetta.

Falcone non ebbe figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *