Conad, la cassiera passava i prodotti acquistati dal convivente e poi annullava lo scontrino



A Padova, una coppia è stata denunciata per un elaborato piano di furto presso un supermercato Conad. Il direttore del supermercato in via Facciolati aveva iniziato a notare irregolarità significative, che sembravano essere parte di un piano attentamente orchestrato.



Le anomalie riguardavano sempre una specifica cassa e si verificavano ogni volta che un cliente di 49 anni faceva acquisti. Sorprendentemente, questo cliente sceglieva sempre la stessa cassa, gestita dalla sua convivente, una dipendente di 49 anni del supermercato.

Il direttore, sospettando della sua dipendente, ha deciso di segnalare la situazione ai Carabinieri di Prato della Valle. È seguita un’operazione sotto copertura, con i militari che hanno iniziato a monitorare attentamente la situazione alla cassa. L’indagine ha portato alla scoperta del piano il 16 dicembre, quando i Carabinieri hanno notato l’uomo uscire dal supermercato con un carrello pieno di prodotti del valore di 333 euro, senza aver effettivamente pagato.

La Svelatura del Piano

All’uscita, l’uomo è stato fermato e interrogato, ma non è riuscito a mostrare uno scontrino valido. Era emerso che la cassiera aveva annullato la spesa poco prima, riportando un totale di zero euro. Entrambi, già noti alle autorità, sono stati portati in caserma e denunciati per furto in concorso. La donna, oltre a subire le conseguenze legali, ha perso il suo impiego presso il supermercato.

Ripercussioni Legalie Personali

Il supermercato ha dovuto affrontare perdite finanziarie, mentre i responsabili del furto affronteranno ora le conseguenze delle loro azioni sia dal punto di vista legale che personale. La scoperta di questo elaborato piano di furto dimostra quanto sia importante la vigilanza e la prontezza nel segnalare comportamenti sospetti per prevenire situazioni di questo tipo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *