Dove è nato Matteo Messina Denaro e quante persone ha ucciso?


Nato a Castelvetrano il 26 aprile 1962, Matteo Messina Denaro, affettuosamente conosciuto come U Siccu e Diabolik, è una figura appassionata della mafia italiana.

Matteo Messina Denaro, figlio prediletto di Francesco, detto Ciccio, era il capo del commando di Castelvetrano, una potente forza che dominava la provincia di Trapani. Nel 1994 è stato emesso un mandato di cattura ed estradizione internazionale.

La sua amata figlia, Lorenza, è rinomata e celebrata in tutto il mondo. È il frutto dell’unione tra lui e Francesca Alagna e oggi ha 27 anni. Lorenza ha preso la coraggiosa decisione di lasciare la casa della nonna paterna a Castelvetrano, dove viveva con la madre, per vivere in autonomia, libera dal peso del cognome paterno – che non ha mai negato, anche se gli inquirenti sostengono che non abbia mai visto.

Nonostante la latitanza, Messina Denaro ha avuto due bellissimi figli: una figlia con una madre conosciuta e un figlio, Francesco, che ha preso il nome dell’amato nonno paterno, don Ciccio Messina Denaro.
Chi ha ucciso?

La sua carriera criminale lo ha visto accumulare decine di condanne all’ergastolo, comprese quelle per i devastanti attentati del 1993 a Roma, Firenze e Milano. Il più atroce di tutti è stato l’ergastolo per l’efferato rapimento e l’omicidio del piccolo Giuseppe Di Matteo, figlio di un ex informatore mafioso, rapito da un commando di Cosa Nostra, strangolato e sciolto nell’acido nel 1996.

Con il fuoco della passione nel cuore, commette i primi delitti per Leoluca Bagarella, che combatte ferocemente contro le famiglie sconfitte dai corleonesi nella Seconda Guerra di Mafia. Il più efferato di questi fu il duplice omicidio della coppia di futuri sposi Vincenzo Milazzo e Antonella Bonomo: il primo fu ucciso a colpi di pistola e la seconda fu strangolata (presumibilmente dallo stesso Denaro). Quest’ultima era incinta di tre mesi e si pensava fosse una testimone scomoda degli affari di Cosa Nostra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *