Ecobonus moto 2023: come funziona, a chi spetta e come fare richiesta?


Chi vuole passare a un mezzo di trasporto più rispettoso dell’ambiente dovrebbe prendere in considerazione l’Ecobonus offerto dallo Stato. Questo incentivo fornisce un sostegno finanziario alle persone che acquistano una moto elettrica o a basso impatto ambientale e contemporaneamente rottamano il loro vecchio veicolo inquinante.

L’Ecobonus promuove l’acquisto di veicoli ecologici e la rottamazione di quelli più dannosi per l’ambiente. Si tratta di uno sviluppo positivo, ma i fondi stanziati dallo Stato stanno rapidamente diminuendo. Chi vuole approfittare di questo incentivo deve agire in fretta.

L’Ecobonus per i motocicli elettrici è pari al 40% del prezzo di acquisto, fino a un massimo di 4.000 euro, in caso di rottamazione di un vecchio veicolo. Senza rottamazione, lo sconto è del 30% del prezzo di acquisto, fino a un massimo di 3.000 euro, IVA esclusa.

I motocicli non elettrici, ma comunque ecologici, possono beneficiare di uno sconto in caso di rottamazione. In particolare, i veicoli omologati nelle classi Euro da 0 a 3 possono ricevere uno sconto del 40% sul prezzo di acquisto, fino a un massimo di 2.500 euro (IVA esclusa).
Questo articolo illustra i passaggi per richiedere l’Ecobonus.

Per usufruire dell’Ecobonus, recatevi in concessionaria e avviate la procedura di acquisto della nuova moto. In questo modo si avrà automaticamente diritto a un prezzo scontato in base ai criteri di ammissibilità. Si noti, tuttavia, che i fondi disponibili si esauriscono rapidamente, quindi l’offerta potrebbe non essere disponibile a lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *