Federica deceduta 5 giorni dopo il parto, la famiglia richiede chiarezza, l’ospedale dichiara: “Evento imprevisto”



I familiari della 27enne palermitana chiedono chiarezza sulla tragedia. “Il quadro clinico era estremamente complesso e, nonostante gli sforzi dei medici, si è verificato un evento inaspettato, imprevedibile e di grave entità”, affermano dall’ospedale.



L’autopsia determinerà la causa esatta del decesso di Federica Tarallo, 27enne di Monreale, nel Palermitano, deceduta dopo cinque giorni di agonia presso l’ospedale Villa Sofia di Palermo, dove era stata ricoverata in urgenza in seguito al parto all’ospedale Ingrassia. Dopo il dolore e lo sconforto per la tragica notizia, giunta martedì sera, i familiari della donna hanno deciso di sporgere denuncia per far luce su quanto accaduto alla 27enne.

I parenti richiedono un’indagine completa sulla catena di eventi che hanno portato al tragico epilogo, valutando anche eventuali responsabilità del personale sanitario che ha avuto in cura la donna durante la gravidanza, il parto e il successivo ricovero. La famiglia sostiene infatti che Federica aveva manifestato malesseri prima del ricovero d’urgenza e del cesareo al settimo mese di gravidanza, avvenuto giovedì scorso all’ospedale Ingrassia di Palermo.

Successivamente, la donna fu trasferita d’urgenza alla terapia intensiva dell’ospedale Villa Sofia, dove però giunse già in condizioni critiche e dove purtroppo decedette senza mai riprendersi.

In attesa degli esami post-mortem e dell’inchiesta, la direzione aziendale dell’Asp di Palermo e gli operatori dell’ospedale Ingrassia hanno diffuso una nota in cui esprimono vicinanza al dolore dei familiari, offrendo le più sentite condoglianze, ma sottolineando che il peggioramento improvviso delle condizioni della donna sarebbe stato causato da un “Evento imprevedibile e grave”.

“Il quadro clinico presentava estrema complessità e, nonostante l’impegno dei medici, si è purtroppo verificato un evento inaspettato, imprevedibile e di grave entità, a seguito del quale la paziente è stata trasferita alla neurochirurgia dell’Azienda Ospedaliera Villa Sofia-Cervello, dove ha ricevuto ulteriori cure”, si legge nel comunicato. Nel frattempo, la salma della donna è stata trasferita all’Istituto di Medicina Legale del Policlinico di Palermo, dove verrà eseguita l’autopsia.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *