Femminicidio Vanessa Ballan chi è il ricercato Fandaj Bujar? “Erano fidanzati, poi lei lo denunciò per stalking”



Il caso di Vanessa Ballan sta assumendo i contorni dolorosamente familiari di un femminicidio. La giovane di 27 anni, incinta e madre di una bimba di 4 anni, è stata brutalmente uccisa con almeno 7 coltellate al torace nella tarda mattinata di martedì 19 dicembre, nella regione del Trevigiano. Il principale sospettato e attualmente ricercato dalle forze dell’ordine è Fandaj Bujar, un uomo kossovaro di 41 anni, che aveva precedentemente avuto una relazione con la vittima.

Una Relazione Tumultuosa e la Denuncia

Fandaj Bujar è ora “attivamente ricercato dai carabinieri di Treviso per il femminicidio di Vanessa Ballan”, secondo quanto comunicato dalle forze dell’ordine. Secondo quanto riferito dal marito della vittima, Vanessa aveva avuto una relazione con il 41enne in passato. Tuttavia, la giovane aveva poi deciso di mettere fine a questa storia e di impegnarsi nuovamente nel suo matrimonio. Purtroppo, Bujar non sembrava disposto ad accettare la fine della relazione. La vittima aveva recentemente sporto denuncia per stalking nei confronti del 41enne.



Un Orrore Inimmaginabile

Il femminicidio di Vanessa Ballan è avvenuto dopo che la giovane aveva aperto la porta di casa al suo aggressore. Gli investigatori sostengono che la ragazza sia stata inizialmente brutalmente picchiata in volto, prima di subire sette fendenti mortali al torace con un’arma sconosciuta che non è ancora stata recuperata. Subito dopo la scoperta del corpo della giovane donna incinta e madre, è stato il marito stesso a menzionare il nome del principale sospettato.

Questo terribile episodio sottolinea ancora una volta l’urgente necessità di affrontare il problema della violenza di genere e delle relazioni abusive, al fine di proteggere la vita e la sicurezza delle donne. La comunità è sconvolta da questa tragedia, mentre le forze dell’ordine lavorano instancabilmente per individuare e arrestare il sospettato Fandaj Bujar, al fine di assicurare giustizia per Vanessa Ballan e la sua famiglia.



Lascia un commento