La famiglia Blasi deve lasciare a Totti il suo centro sportivo: “Ha ottenuto lo sfratto”



L’ordinanza di sfratto per la famiglia Blasi: la Longarina torna a Totti

La disputa legale tra Totti e Blasi continua

Mentre Ilary Blasi scherza sulla sua vita privata in televisione, la diatriba legale per la separazione da Francesco Totti e la conseguente divisione dei beni prosegue. Secondo le ultime notizie, l’ex Capitano avrebbe ottenuto lo sfratto della famiglia Blasi dalla Longarina, il centro sportivo che non era più sotto la sua gestione da anni.



Il giudice stabilisce lo sfratto per Silvia Blasi

Attualmente, la Longarina è gestita da Silvia Blasi, sorella della conduttrice televisiva. Il giudice ha disposto l’ordinanza di sfratto dal centro sportivo, che sarà esecutiva a partire dal 30 giugno. In quella data, un ufficiale giudiziario si presenterà alle porte del centro nel sud di Roma per restituire, di fatto, la Longarina al legittimo proprietario.

La Longarina: un valore affettivo per Totti

Acquistata da Totti nel 2003, la Longarina comprende la scuola di calcio Totti Soccer School e un’area Padel più recente. Oltre al valore economico, il centro sportivo ha un significato affettivo per l’ex Capitano. Secondo il Corriere della Sera, solo il 5% della proprietà è di Angelo Marrozzini, cugino di Totti, mentre il resto è della famiglia Blasi.

Totti tenta un compromesso: chiede un canone di affitto

Durante gli anni del matrimonio con Ilary, Totti aveva accettato di cedere la Longarina. Tuttavia, con la separazione in vista, ha rivendicato la proprietà del centro sportivo. Stando al Corriere, Ilary e la sua famiglia avrebbero mostrato resistenza all’idea, opponendosi alla restituzione della Longarina a Totti. L’ex Capitano avrebbe anche chiesto un canone di affitto, ma senza successo.

Il giudice dà ragione a Totti: la famiglia Blasi potrebbe dover pagare gli arretrati

Infine, Totti ha intrapreso azioni legali e il giudice della sezione Locazioni del Tribunale di Roma ha accolto la sua richiesta. Non è escluso che, in futuro, la famiglia Blasi possa essere chiamata a pagare gli arretrati relativi ai canoni di affitto mai versati.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *