Madre di 4 bambini sepolta viva nel camposanto si sveglia dopo 10 ore nella tomba: «Ero prigioniera nella sepoltura»



Una donna intrappolata sottoterra, come in una scena da film di Quentin Tarantino, viene salvata dopo che due addetti al cimitero l’hanno sentita implorare soccorso. È stata sepolta per 10 ore e ora è ricoverata in terapia intensiva, potrebbe essere necessaria l’amputazione di un dito del piede. È accaduto in Brasile, presso il cimitero comunale di Visconde do Rio Branco.



Aggredita e portata al camposanto La sopravvissuta è una donna di 36 anni, madre di 4 bambini. Pare sia stata aggredita e trascinata fuori dalla sua casa il 28 marzo scorso, per poi essere sepolta viva al cimitero.

Ha resistito sottoterra per 10 ore, finché due addetti al cimitero non hanno notato cemento fresco e sangue sul terreno. Avvicinandosi, hanno udito la donna chiedere soccorso e hanno prontamente contattato la polizia.

Due uomini sono stati arrestati per l’incidente, mentre un altro è ancora in fuga, secondo le forze dell’ordine. “Stiamo lavorando senza sosta per rintracciare quest’uomo e arrestarlo il prima possibile”, ha affermato il capo della polizia durante una conferenza stampa, come riportato dall’Independent.

Gli assalitori sono penetrati con violenza nella casa della vittima, aggredendo anche il marito, che è riuscito a fuggire. Successivamente, hanno trascinato la donna fuori di casa, portandola al cimitero e seppellendola nella tomba.

La donna ha raccontato di essersi resa conto di essere rimasta intrappolata all’interno della sepoltura dopo essersi risvegliata. Ha subito un trauma cranico e rischia di perdere un dito, ha riferito al giornale brasiliano G1 il direttore dell’ospedale João Batista, Henrique Slaid. “Stiamo valutando la possibilità di un’operazione vascolare e, eventualmente, l’amputazione”, ha aggiunto il medico.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *