Scossa nella Rai: Lucia Annunziata lascia dopo oltre 20 anni



Nuova agitazione nella Rai, con la sorprendente decisione di un volto storico di lasciare la televisione di Stato dopo oltre 20 anni. La notizia è giunta inaspettatamente, causando un vero e proprio terremoto. La motivazione dietro questa scelta è legata al riassetto della Rai attuato dal governo di Giorgia Meloni, che ha annunciato nuove nomine per i direttori di testata e di genere. Un momento che coincide anche con la fine dell’esperienza di Antonio Di Bella come direttore del genere approfondimento, poiché andrà in pensione.



L’addio di Lucia Annunziata alla Rai

L’addio di Lucia Annunziata è stato comunicato attraverso una lettera inviata ai vertici Rai e resa pubblica dagli organi di informazione. Nel messaggio, la conduttrice esprime il motivo delle sue dimissioni senza alcuna lamentela personale. Tuttavia, pone l’accento sul fatto di non condividere né i contenuti né i metodi dell’attuale governo, e in particolare critica le modalità di intervento sulla Rai. Questa divergenza di visione porta alla conclusione che non ci siano più le condizioni per una collaborazione.

Le dimissioni irrevocabili di Lucia Annunziata

Le dimissioni di Lucia Annunziata sono irrevocabili e rappresentano un atto di serietà nei confronti dell’azienda che sarà guidata dai nuovi vertici. La conduttrice di Mezz’ora e Mezzo’ora in più esprime la volontà di evitare una permanente conflittualità interna sul lavoro. Nella lettera, Annunziata augura buon lavoro ai suoi colleghi e attende indicazioni sul modo in cui concludere la stagione in corso, che si estende fino alla fine di giugno.

Nuove nomine e spaccatura nel Cda

La notizia delle dimissioni di Annunziata arriva nello stesso giorno in cui il Cda si è diviso, ma ha approvato a maggioranza le nuove nomine per le testate e i generi. Gian Marco Chiocci sarà il nuovo direttore del Tg1, Antonio Preziosi assumerà la direzione del Tg2, Francesco Pionati sarà responsabile del Gr, mentre Jacopo Volpi guiderà RaiSport. Inoltre, è stata confermata la direzione del Tg3, che rimarrà affidata a Mario Orfeo. L’ad della Rai ha anche comunicato le nomine ai vertici di alcune direzioni di genere, nonostante il parere del Cda non sia vincolante.

Conclusione

Le dimissioni di Lucia Annunziata rappresentano un momento significativo nella storia della Rai. Dopo oltre 20 anni di contributo alla televisione di Stato, la conduttrice ha scelto di abbandonare l’azienda a causa delle divergenze con l’attuale governo e le modalità di intervento sulla Rai. Nel frattempo, la Rai si appresta a vivere una fase di rinnovamento con nuove nomine per le testate e i generi. Sarà interessante osservare come questi cambiamenti influenzeranno il panorama televisivo italiano e quali nuovi volti emergeranno nella scena mediatica.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *