Terrore familiare: figlio senza cuore soffoca la madre e brucia l’auto, poi chiama la polizia: “venite, ho ammazzato mia madre” – Controcopertina

Terrore familiare: figlio senza cuore soffoca la madre e brucia l’auto, poi chiama la polizia: “venite, ho ammazzato mia madre”

Nella pacifica mattinata del 14 novembre a Capodrise, provincia di Caserta, si è consumata una tragedia familiare. Patrizia Lombardi Vella, 54 anni, nota come Rosa, è stata tragicamente uccisa dal figlio 29enne, Francesco Plumitallo. È stato lo stesso assassino a chiamare le forze dell’ordine, ma quando i soccorsi sono giunti sul posto, per la donna non c’era più nulla da fare.

Francesco Plumitallo: Tra Droghe e Problemi Psichici

Francesco Plumitallo, noto per i suoi problemi psichici e per l’uso di droghe, ha confessato l’omicidio della madre. Secondo le sue parole, Patrizia Lombardi Vella sarebbe stata strangolata a mani nude. “Venite, ho ammazzato mia mamma”, ha dichiarato con freddezza alle autorità. Tra madre e figlio, che vivevano nella stessa casa in Via Santa Maria degli Angeli, i rapporti erano da tempo tesi. Infatti, lo scorso agosto, la donna aveva denunciato il figlio per averle dato fuoco all’auto.

L’Omicidio dopo l’Assunzione di Farmaci Prescritti dall’Asl

Francesco Plumitallo è accusato di omicidio volontario. Secondo quanto riferito al commissariato, l’omicidio sarebbe avvenuto dopo l’assunzione di farmaci prescritti dall’Asl. “Non ho capito più nulla”, ha dichiarato il 29enne, scoppiando in lacrime e mostrando pentimento per quanto accaduto.



Leggi anche:

Lascia un commento