Cade in un burrone mentre gira video per TikTok: tragedia per un influencer 23enne



Nella serata di martedì 12 marzo, a Ghorio di Rogudi, in provincia di Reggio Calabria, il noto fitness influencer Giorgi Tzene Janelidze ha perso la vita a soli 23 anni. Il giovane georgiano si trovava in Italia in vacanza con due amici, intenti a realizzare contenuti per i loro canali social. Durante un’escursione, per cause ancora poco chiare, il giovane è caduto in un profondo burrone.



Giorgi Tzene Janelidze, con circa 100mila follower, era molto conosciuto nel mondo dei social media. Era giunto in Italia insieme ad altri due creator e amici, “Dream Greek” e Christos Koyos. La notizia della sua tragica scomparsa è stata diffusa proprio dal suo amico Koyos, che sui social ha scritto: “Purtroppo Janne non è più con noi. Ci ha lasciato ieri sera durante il viaggio che abbiamo fatto in Italia. Pregate con noi affinché la sua anima riposi in pace”.

Il 23enne era arrivato in Italia da pochi giorni e si era avventurato con i suoi amici su un sentiero, con l’intento di creare nuovi contenuti per i social. Tuttavia, per ragioni ancora in fase di accertamento, è scivolato precipitando in un burrone. Gli amici hanno immediatamente chiamato i soccorsi, ma nonostante l’intervento rapido dei vigili del fuoco di Melito Porto Salvo, per Giorgi non c’è stato nulla da fare. A causa delle difficoltà nel risalire il burrone, è stato necessario l’intervento di un elicottero specializzato che ha recuperato il corpo senza vita dell’influencer con l’ausilio di una barella verticale.

La morte di Giorgi Tzene Janelidze ha sconvolto non solo i suoi amici e familiari, ma anche la sua numerosa comunità di follower. Molti sui social stanno esprimendo il loro cordoglio e ricordando il giovane come una persona carismatica e appassionata.

Le autorità locali stanno ancora indagando per determinare le esatte cause dell’incidente. La dinamica dell’accaduto rimane poco chiara, e si attendono ulteriori dettagli dalle indagini in corso. La comunità georgiana e quella italiana si stringono intorno alla famiglia di Giorgi, offrendo sostegno e solidarietà in questo momento di grande dolore.

Questo tragico evento sottolinea ancora una volta l’importanza della sicurezza durante le escursioni e le attività all’aperto, soprattutto in terreni impervi. La perdita di un giovane così promettente e amato lascia un vuoto incolmabile nel cuore di tutti coloro che lo conoscevano e apprezzavano.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *