Chi sono moglie e figli di Roberto Baggio e cosa fanno



Da quando ha deciso di lasciare il mondo del calcio nel 2004, Roberto Baggio ha adottato uno stile di vita lontano dai riflettori. Niente feste, nessun clamore, nessuna mondanità: l’ex fuoriclasse di Fiorentina, Juventus, Milan, Inter, Bologna, Brescia e Nazionale ha scelto di proteggere la sua straordinaria riservatezza, dedicandosi a una vita semplice e genuina. Una delle immagini simbolo di questa nuova vita è quella scattata dalla figlia Valentina, che lo ritrae con il suo vecchio pandino durante una giornata in campagna ad Altavilla Vicentina. È proprio lì che, nelle scorse ore, la famiglia Baggio ha vissuto l’incubo di una rapina in casa.



Incubo per Roberto Baggio e famiglia durante Italia-Spagna: rapinato, picchiato e sequestrato in casa

La notte del 21 giugno, mentre l’Italia giocava contro la Spagna agli Europei, una banda di cinque uomini armati ha fatto irruzione nella villa di Roberto Baggio ad Altavilla Vicentina. I ladri, approfittando del momento in cui tutta la famiglia era raccolta per guardare la partita, sono entrati in azione. Roberto Baggio, che non è rimasto a guardare, ha cercato di affrontarli, ma è stato colpito alla fronte con il calcio di una pistola, rimanendo ferito. I rapinatori hanno quindi chiuso la famiglia in una stanza, mettendo a soqquadro la villa e portando via orologi, gioielli e denaro.

Un bottino rilevante, anche se la quantificazione esatta dei beni sottratti è ancora in corso. Dopo la fuga dei ladri, l’ex Pallone d’Oro ha sfondato la porta della stanza in cui erano stati rinchiusi e ha chiamato le forze dell’ordine. I carabinieri della compagnia di Vicenza sono intervenuti prontamente, acquisendo le immagini di sorveglianza per risalire ai responsabili. Baggio è stato portato al pronto soccorso di Arzignano, dove gli sono stati applicati punti di sutura alla fronte. Fortunatamente, nessun altro membro della famiglia è rimasto ferito fisicamente, anche se il trauma psicologico sarà difficile da dimenticare.

Chi è Andreina Fabbi, la moglie di Roberto Baggio

Andreina Fabbi è nata il 30 novembre 1967 e ha sempre dedicato la sua vita alla famiglia costruita con Roberto Baggio, sposato nel 1989 dopo sette anni di fidanzamento. Il loro amore, nato tra i banchi di scuola, ha dato frutto a tre figli: Valentina, Mattia e Leonardo.

“Mia moglie e i miei figli ci sono sempre stati, con i modi e le parole giuste. So che non è stato facile per loro: la condizione del calciatore ti porta spesso lontano da casa per molti giorni, eppure loro c’erano. E ci sono ancora, il nostro rapporto non ha mai smesso di essere intenso. La vita mi ha dato anche questo grande privilegio” ha raccontato tempo fa Baggio in una rara intervista a Vanity Fair. “Quando presi la decisione di smettere di giocare, da una parte ero felice perché sentivo che avrei smesso di soffrire per i miei dolori, dall’altra sapevo che andavo ad assumere un nuovo ruolo all’interno della famiglia, prendendomi responsabilità che, fino a quel momento, erano quasi tutte sulle spalle di mia moglie Andreina” disse ancora l’ex calciatore. E anche la moglie confermò con alcune dichiarazioni la forza di un legame fortissimo, nato quando lui aveva solo 15 anni e già il sogno di diventare calciatore: “Ricevevo continuamente le sue cartoline e prendemmo anche la decisione di tenere un diario in comune: una volta scriveva lui, una volta scrivevo io e così quando ce lo scambiavamo avevamo la sensazione di essere sempre vicini” raccontò Andreina al Corriere.

Chi sono i tre figli di Roberto Baggio

Valentina è la primogenita. Nata nel 1990, è un’esperta in comunicazione nel settore dell’organizzazione di eventi ed è social media manager del padre, a cui solo di recente ha aperto il profilo Instagram ufficiale. Roberto Baggio non ha mai voluto che la figlia crescesse con i privilegi economici e così l’ha sempre spronata e incoraggiata a lavorare: “Ma tanto lei è ricca”, dicono anche alcuni ex amici. Ma ricca di cosa? Mi faccio il c…, ho il mio lavoro, mi guadagno i soldi come tutti”, ha detto tempo fa Valentina: “Mio padre mi ha cresciuta senza volermi dare privilegi economici, a 16 anni d’estate andavo a lavorare al bar o nei negozi di abbigliamento perché i miei genitori volevano fossimo persone indipendenti e non fosse tutto dovuto per noi”.

Mattia, il secondogenito (classe ’94), sui social che raccolgono alcuni momenti della sua vita con la famiglia, si definisce “chef per divertimento e per gli amici”. Mentre Leonardo, il più giovane di casa Baggio, nato nel 2005 (quindi post ritiro dal calcio giocato), è il più riservato.

Questa famiglia, così riservata e lontana dal clamore mediatico, ha vissuto una notte di terrore che lascerà sicuramente un segno indelebile. Tuttavia, l’unità e la forza che Roberto Baggio e Andreina Fabbi hanno costruito nel tempo saranno fondamentali per superare anche questo difficile momento.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *